Prolasso della valvola mitrale: sintomi, trattamento e prognosi

Il prolasso della valvola mitrale (MVP) è il cedimento delle cuspidi della valvola mitrale verso l'atrio sinistro durante la contrazione del ventricolo sinistro. Questa malattia cardiaca porta al fatto che durante la contrazione del ventricolo sinistro una parte del sangue viene gettata nell'atrio sinistro. Il MVP è più spesso osservato nelle donne e si sviluppa all'età di 14-30 anni. Nella maggior parte dei casi, una tale anomalia del cuore è asintomatica e non facile da diagnosticare, ma in alcuni casi il volume del sangue erogato è troppo grande e richiede un trattamento, a volte anche una correzione chirurgica.

Parleremo di questa patologia in questo articolo: sulla base della quale viene diagnosticato il MVP, se è necessario trattarlo, e anche qual è la prognosi per le persone che soffrono di un disturbo.

Le cause

Le ragioni per lo sviluppo del prolasso della valvola mitrale non sono completamente comprese, ma la medicina moderna sa che la formazione della flessione valvolare valvolare si verifica a causa di patologie del tessuto connettivo (con osteogenesi imperfetta, pseudoxantoma elastico, Marfan, sindromi di Ehlers-Danlo, ecc.).

Questa malattia cardiaca può essere:

  • primario (congenito): si sviluppa a causa della degenerazione mixomatosa (patologia congenita del tessuto connettivo) o di effetti tossici sul cuore fetale durante la gravidanza;
  • secondario (acquisito): si sviluppa sullo sfondo di malattie concomitanti (reumatismi, malattie coronariche, endocardite, lesioni al torace, ecc.).

Sintomi di MVP congenito

Con la MVP congenita, i sintomi causati da emodinamica compromessa sono estremamente rari. Questa malattia cardiaca si riscontra più spesso nelle persone magre con elevata crescita, arti lunghi, maggiore elasticità della pelle e ipermotilità delle articolazioni. Una patologia concomitante del prolasso congenito della valvola mitrale è spesso la distonia vegetativa-vascolare, che provoca una serie di sintomi che sono spesso erroneamente "attribuiti" alle malattie cardiache.

Tali pazienti lamentano spesso dolore al torace e al cuore, che, nella maggior parte dei casi, è provocato da disturbi del funzionamento del sistema nervoso e non è associato a disturbi emodinamici. Si verifica sullo sfondo di una situazione stressante o di un sovraccarico emotivo, ha un carattere formicolio o dolorante e non è accompagnato da mancanza di respiro, svenimenti, vertigini e un aumento dell'intensità del dolore durante lo sforzo fisico. La durata del dolore può variare da pochi secondi a diversi giorni. Questo sintomo richiede di contattare un medico solo quando sono attaccati numerosi altri segni: mancanza di respiro, vertigini, intensificazione del dolore durante lo sforzo fisico e svenimento.

Con una maggiore eccitabilità nervosa, i pazienti con MVP possono sentire il battito cardiaco e "interruzioni nel lavoro del cuore". Di norma, non sono causati da disturbi nel funzionamento del cuore, durano per un breve periodo, non sono accompagnati da svenimenti improvvisi e scompaiono rapidamente da soli.

Inoltre, nei pazienti con MVP, si possono osservare altri segni di distonia vegetativa-vascolare:

  • mal di stomaco;
  • mal di testa;
  • Condizione subfebrile “senza causa” (aumento della temperatura corporea nell'intervallo 37-37,9 ° C);
  • sensazioni di un nodo alla gola e sentimenti di mancanza d'aria;
  • minzione frequente;
  • fatica;
  • bassa resistenza fisica;
  • sensibilità alle fluttuazioni meteorologiche.

In rari casi, con MVP congenito, il paziente sviene. Di norma, sono causati da gravi situazioni stressanti o compaiono in una stanza soffocante e scarsamente ventilata. Per eliminarli, è sufficiente eliminare la loro causa: assicurare il flusso di aria fresca, normalizzare le condizioni di temperatura, calmare il paziente, ecc..

Nei pazienti con patologia congenita della valvola mitrale sullo sfondo della distonia vegetativa-vascolare in assenza di correzione dello stato psico-emotivo patologico, si possono osservare attacchi di panico, depressione, predominanza di ipocondria e astenicità. A volte tali disturbi causano lo sviluppo di isteria o psicopatia..

Inoltre, i pazienti con MVP congenito hanno spesso altre malattie associate alla patologia del tessuto connettivo (strabismo, miopia, disturbi della postura, piedi piatti, ecc.).

La gravità dei sintomi di MVP dipende in gran parte dal grado di cedimento delle cuspidi della valvola nell'atrio sinistro:

  • I grado - fino a 5 mm;
  • II grado - di 6-9 mm;
  • III grado - fino a 10 mm.

Nella maggior parte dei casi, con un grado I-II, questa anomalia nella struttura della valvola mitrale non porta a disturbi significativi nell'emodinamica e non provoca sintomi gravi.

Sintomi di PMK acquisito

La gravità delle manifestazioni cliniche della MVP acquisita dipende in gran parte dal motivo provocatorio:

  1. Quando MVP, che è stato causato da malattie infettive (tonsillite, reumatismi, scarlattina), il paziente ha segni di infiammazione endocardica: diminuzione della tolleranza allo stress fisico, mentale ed emotivo, debolezza, mancanza di respiro, palpitazioni, "interruzioni nel lavoro del cuore", ecc..
  2. Con MVP, che è stato innescato da infarto del miocardio, il paziente ha una forte cardialgia, sensazioni di "insufficienza cardiaca", mancanza di respiro, tosse (può apparire schiuma rosa) e tachicardia sullo sfondo dei sintomi di un infarto.
  3. Con MVP causato da una lesione al torace, gli accordi si rompono, che regolano il normale funzionamento delle cuspidi della valvola. Il paziente sviluppa tachicardia, mancanza di respiro e tosse con schiuma rosa.

Diagnostica

L'MVP nella maggior parte dei casi viene rilevato per caso: quando si ascoltano i suoni del cuore, un elettrocardiogramma (può indicare indirettamente la presenza di questa malattia cardiaca), echo-KG e doppler-echo-KG. I principali metodi diagnostici per MVP sono:

  • Echo-KG e Doppler-Echo-KG: consentono di stabilire il grado di prolasso e il volume del rigurgito sanguigno nell'atrio sinistro;
  • Holter ECG ed ECG: consentono di rilevare la presenza di aritmie, extrasistoli, sindrome del seno debole, ecc..

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, l'MVP non è accompagnato da disturbi significativi del cuore e non richiede una terapia speciale. Tali pazienti devono essere monitorati da un cardiologo e seguire le sue raccomandazioni per uno stile di vita sano. Si raccomandano i pazienti:

  • una volta ogni 1-2 anni per condurre Echo-KG per determinare la dinamica del PMK;
  • monitorare attentamente l'igiene orale e visitare il dentista ogni sei mesi;
  • smettere di fumare;
  • limitare l'uso di alimenti contenenti caffeina e bevande alcoliche;
  • concediti un'adeguata attività fisica.

La necessità di prescrivere farmaci per MVP è determinata individualmente. Dopo aver valutato i risultati dei test diagnostici, il medico può prescrivere:

  • preparati a base di magnesio: Magvit, Magnelis, Magnnerot, Kormagenzin, ecc.;
  • vitamine: tiamina, nicotinamide, riboflavina, ecc.;
  • adrenoblokanti: Propranololo, Atenololo, Metoprololo, Celiprololo;
  • cardioprotettori: carnitina, panangina, coenzima Q-10.

In alcuni casi, i pazienti con MVP potrebbero aver bisogno di consultare uno psicoterapeuta per sviluppare un atteggiamento adeguato nei confronti del trattamento e delle condizioni. Il paziente può essere raccomandato:

  • tranquillanti: Amitriptilina, Azafen, Seduksen, Uksepam, Grandaksin;
  • antipsicotici: Sonapax, triftazin.

Con lo sviluppo di un rigurgito mitralico grave, può essere raccomandato un intervento chirurgico di sostituzione della valvola..

previsioni

Nella maggior parte dei casi, l'MVP si verifica senza complicazioni e non influisce sull'attività fisica e sociale. La gravidanza e il parto non sono controindicati e procedono senza complicazioni.

Complicanze con questo difetto cardiaco si sviluppano in pazienti con rigurgito grave, cuspidi valvolari allungate e ispessite, o ventricolo sinistro allargato e atrio. Le principali complicanze di MVP includono:

Prolasso della valvola mitrale e rigurgito mitralico. Animazione medica.

Prolasso della valvola mitrale: cos'è e cosa è pericoloso

Il prolasso della valvola mitrale o la malattia di Barlow è un processo patologico che provoca disfunzione della valvola situata tra l'atrio sinistro e il ventricolo. In precedenza, si riteneva che questa patologia si verifica solo nei giovani o nei bambini - gli studi hanno dimostrato il contrario. Il cedimento della valvola sinistra può svilupparsi a qualsiasi età.

Il prolasso della valvola mitrale si verifica in persone di età diverse.

Prolasso della valvola mitrale - che cos'è?

Prolasso o prolasso (come appare nella foto) - rilassamento o rigonfiamento di uno o entrambi i lembi della valvola al momento dell'espulsione del sangue dal ventricolo sinistro nell'atrio sinistro. Quindi l'anta si chiude e il sangue entra nell'aorta.

Prolasso cardiaco normale e della valvola mitrale

A causa di una violazione della struttura muscolare della valvola, si verifica una deflessione e non si chiude completamente. Pertanto, parte del sangue entra nel ventricolo. Il volume del flusso inverso viene valutato in base alla gravità del danno cardiaco. Con un piccolo prolasso, il paziente non avverte segni di disfunzione della valvola. Non è richiesto alcun trattamento in questo caso..

La malattia di Barlow ICD 10 è assegnata al gruppo I34 - lesioni non reumatiche della valvola mitrale. Lo stato di prolasso è indicato come I34.1.

Cause di PMK

Questo processo patologico può essere primario o congenito o acquisito.

Cause genetiche dello sviluppo della malattia:

  • violazioni della struttura anatomica degli accordi, cuspidi, struttura muscolare della valvola;
  • alterata contrattilità dei muscoli del ventricolo sinistro.

Il rilassamento secondario dei tessuti è una conseguenza di altri processi patologici che catturano il sistema cardiaco.

Cause del prolasso secondario:

  • Sindromi di Marfan ed Ehlers-Danlow - cambiamenti nel tessuto connettivo;
  • violazione dell'afflusso di sangue ai muscoli del cuore;
  • intossicazione da madre nell'ultimo terzo del periodo gestazionale;
  • coronaropatia;
  • una storia di reumatismi;
  • ispessimento e ingrossamento del muscolo ventricolare;
  • difetti cardiaci;
  • VVD;
  • gravi lesioni al torace.

Il prolasso della valvola mitrale può svilupparsi a causa della malattia coronarica

Gradi di patologia

La classificazione si basa sulla quantità di deflessione dell'anta nell'atrio.

Si distinguono i seguenti gradi di malattie cardiache:

  1. PMK 1 - più spesso congenito che acquisito. Il grado di cedimento non è superiore a 5 mm. Questa patologia viene diagnosticata nel 25% dei pazienti. È principalmente asintomatico e viene diagnosticato in modo casuale durante l'esame. In conclusione, il cardiologo noterà una deflessione sistolica epodinamicamente insignificante.
  2. PMK 2 - il rigonfiamento non è superiore a 9 mm Il decorso della malattia è benigno e asintomatico, lo stato del sistema valvolare rimane stabile per tutta la vita del paziente..
  3. PMK 3 - il rigonfiamento raggiunge più di 10 mm. Sono presenti sintomi di insufficienza cardiaca. Questo grado di prolasso è un'indicazione per il trattamento chirurgico..

Prolasso della valvola mitrale, grado I

Determinare inoltre il grado di reflusso ematico inverso - rigurgito.

allocare:

  • I grado - lancio inverso a livello dell'anta anteriore;
  • II - il sangue raggiunge il centro dell'atrio;
  • III - l'ondata di fusione all'indietro raggiunge la parete opposta dell'atrio.

Sintomi del prolasso della valvola mitrale

Con i gradi I e II di deflessione della valvola nella stragrande maggioranza dei pazienti, la malattia procede senza sintomi. La patologia congenita può essere sospettata dall'aspetto del paziente. Si tratta di crescita elevata e arti lunghi, mobilità eccessiva delle articolazioni, spesso problemi di vista.

I pazienti presentano i seguenti reclami:

  • aritmia;
  • interruzioni nel lavoro del cuore;
  • sensazione periodica di sbiadimento;
  • dolore allo sterno su uno sfondo di stress, altri stati psico-emotivi. Non smette di assumere nitroglicerina;
  • fatica;
  • vertigini e predisposizione allo svenimento;
  • dispnea;
  • attacchi di panico;
  • esercitare l'intolleranza.

Inoltre, potrebbero esserci crisi vegetative, sensazioni di mancanza d'aria.

La dispnea frequente indica il prolasso della valvola mitrale

Cosa è pericoloso PMK?

La deflessione della valvola mitrale, sebbene sia una malattia cardiaca, si distingue per un decorso benigno e viene spesso rilevata durante un esame di routine. Nella fase I e II, le prestazioni non sono compromesse e il paziente continua a condurre uno stile di vita familiare.

Con grado III con rigurgito grave - il ritorno del sangue nel ventricolo - la malattia si manifesta come sintomi caratteristici. Nei casi più gravi si sviluppano disturbi circolatori associati all'eccessivo allungamento del tessuto muscolare.

Possibili conseguenze di PMK:

  • separazione dell'accordo del cuore;
  • endocardite di origine infettiva;
  • ictus ischemico;
  • compattazione delle valvole della valvola cardiaca;
  • insufficienza cardiaca;
  • esito fatale.

L'ictus ischemico può derivare da MVP

Prendono l'esercito con il prolasso??

La flessione della valvola mitrale e l'esercito sono concetti compatibili. Quindi ai pazienti con I grado della malattia non vengono mostrate restrizioni sull'attività fisica, non rappresentano un pericolo per gli altri.

Con II grado, viene presa in considerazione la presenza di respiro corto, affaticamento, altri sintomi e il grado di reflusso sanguigno inverso. Un coscritto può essere ritenuto condizionatamente idoneo. Tali reclute serviranno nelle forze radio.

La malattia di grado III è motivo di esenzione dal servizio militare. Ma il giovane deve confermare il suo status con i risultati di ECG, ergometria in bicicletta, altri stress test.

Quale medico contattare?

Un paziente con una diagnosi di deflessione della valvola deve essere osservato da un cardiologo. Nei casi più gravi - per determinare le indicazioni e la portata dell'intervento - presso il cardiochirurgo.

Inoltre, con segni di disfunzione autonomica, è indicata l'osservazione di un neurologo.

Diagnostica PMK

Un medico può suggerire una violazione del sistema valvolare durante un esame di routine o in base a reclami dei pazienti. Alla reception durante l'auscultazione, il terapista sente i cosiddetti rumori. Si verificano durante il flusso di ritorno del sangue nel ventricolo..

In alcuni casi, i rumori non sono un segno di patologia, ma richiedono ulteriori esami..

Il medico prescriverà:

  1. L'ecografia cardiaca è una procedura semplice e non invasiva. Consente di determinare il grado di cedimento della valvola e rigurgito. Con significativa displasia tissutale, può svilupparsi un difetto, danni alla valvola cardiaca destra.
  2. Raggi X - per determinare le dimensioni lineari del cuore.
  3. ECG e monitoraggio giornaliero dell'attività cardiaca - per determinare i cambiamenti persistenti nel ritmo delle contrazioni.
  4. Ergometria della bicicletta - con prolasso di II e III grado per rilevare una reazione all'aumentata attività fisica.

L'ecografia del cuore aiuta a identificare il grado di MVP

Quando si effettua una diagnosi, vengono mostrate le consultazioni con un neurologo e reumatologo. Durante l'esame, dovrebbero essere esclusi difetti cardiaci, malattie infiammatorie dell'endocardio e del pericardio, patologie di natura batterica.

Trattamento prolasso

Se i sintomi oggettivi - variazioni della frequenza cardiaca, mancanza di respiro, dolore - non danno fastidio al paziente, allora i farmaci o il trattamento chirurgico non sono indicati.

preparativi

Con segni pronunciati di prolasso nella fase iniziale della terapia, il medico prescriverà farmaci dei seguenti gruppi:

  1. Sedativi - Estratto di radice di valeriana, Phytosed, Persen, Novo-passit.
  2. Cardiotrofici - Riboxin o asparaginato di potassio e magnesio - hanno un effetto antiaritmico e contribuiscono alla saturazione del tessuto cardiaco con l'ossigeno. Mostrando complessi vitaminici.
  3. Beta-bloccanti: farmaci che bloccano i recettori adrenergici. Per questo motivo, la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache durante le aritmie sono ridotte. In cardiologia, vengono usati propranololo, atenololo, tenololo. I dosaggi sono selezionati individualmente e possono differire da quelli raccomandati dal produttore. Tra gli effetti collaterali comuni, si tratta di una forte diminuzione della frequenza cardiaca, una diminuzione della pressione sanguigna, comparsa di parestesia e sensazione di freddo agli arti.

Sedativo fitosato

protesi

Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono una grave insufficienza del sistema valvolare, con gravi alterazioni del tessuto fibrotico, comparsa di siti di calcificazione. È considerata un'operazione di disperazione e viene eseguita solo se la terapia farmacologica è impossibile o inefficace..

Durante la preparazione per l'operazione, viene eseguito un ECG, una radiografia, una fonocardiografia per valutare l'intensità del rumore e dei suoni cardiaci, l'ecografia dell'organo. Terapia antibiotica preventiva indicata.

Lo scopo della chirurgia è sostituire la valvola mitrale con una protesi artificiale o naturale. Questa è un'operazione a banda larga con un paziente collegato a un sistema di supporto vitale. Ciò consente di escludere il cuore dal sistema circolatorio durante l'escissione e l'installazione di apparecchiature mediche.

Il chirurgo lavora su un cuore freddo. Dopo la revisione e l'installazione della valvola nella posizione anatomicamente corretta, l'aria viene rimossa dalle camere cardiache, i tessuti vengono suturati a strati e il paziente viene disconnesso dal sistema di bypass cardiopolmonare.

Importante: il periodo di riabilitazione è lungo e può durare da 2 a 5 anni. I pazienti con una protesi artificiale assumono farmaci per la vita per ridurre il rischio di trombosi. Il termine d'uso di tale valvola è limitato e dopo qualche tempo può essere necessario un secondo intervento chirurgico. Le caratteristiche individuali del cuore potrebbero non soddisfare la larghezza di banda della protesi.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale nel trattamento della deflessione della valvola mitrale viene utilizzata solo previo accordo con un cardiologo. Non curano la malattia, ma hanno un effetto sedativo, alleviano gli attacchi d'ansia, migliorano il muscolo trofico del cuore.

  1. Decotto alla menta piperita: acquista i materiali vegetali nelle farmacie, ma puoi anche coltivarli nella tua casa di campagna. Per 5 g di foglie secche, saranno necessari 300 ml di acqua bollente. Versare, insistere per 2 ore. A 1 dose avrai bisogno di 1 tazza di brodo finito. Prendi 3 volte al giorno.
  2. Una miscela di fiori di biancospino, erba madre e erica in proporzioni uguali versa acqua bollente al ritmo di 1 cucchiaino di materie prime secche per 250 ml. Prendi un bicchiere di brodo in piccole porzioni durante il giorno.
  3. Brodo di iperico - proporzioni classiche - per 5 g di materiale vegetale 250 ml di acqua bollente. Prendi 100 ml 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.
  4. Erba di Motherwort - calma, normalizza l'attività cardiaca. Per 4 cucchiaini di materie prime, è necessaria 1 tazza di acqua bollente. Stufare a bagnomaria per 15 minuti. Prendi 100 ml 3 volte al giorno prima dei pasti.

Il brodo di Motherwort normalizza l'attività cardiaca

Esercizio fisico

Il cedimento della valvola mitrale non è una controindicazione all'attività fisica. Gli sport moderati, i giochi attivi, al contrario, migliorano le condizioni del bambino e dell'adulto.

Un paziente con stadio I e II può praticare sport senza restrizioni in assenza delle seguenti situazioni:

  • episodi di aritmia, perdita di coscienza dovuta a cambiamenti nel ritmo dell'attività cardiaca;
  • la presenza di episodi di tachicardia, flutter, altri cambiamenti durante lo stress test o il monitoraggio quotidiano dell'ECG;
  • rigurgito mitralico;
  • una storia di tromboembolia;
  • morte di un parente con una diagnosi simile durante l'esercizio.

Autorizzato a praticare sport con MVP di I e II grado

Con 3 gradi di prolasso, gli sport, ad eccezione della terapia fisica sotto la guida di un istruttore, sono vietati fino alla correzione chirurgica della condizione.

Il prolasso valvolare non è una controindicazione alla gravidanza e al parto naturale. Ma dovresti informare il tuo ginecologo della tua condizione.

Dieta

Non esiste una dieta specializzata per i pazienti con cedimento del sistema valvolare.

I medici raccomandano di introdurre nella dieta cibi ricchi di magnesio:

Autorizzato a praticare sport con MVP di I e II grado

Con 3 gradi di prolasso, gli sport, ad eccezione della terapia fisica sotto la guida di un istruttore, sono vietati fino alla correzione chirurgica della condizione.

Il prolasso valvolare non è una controindicazione alla gravidanza e al parto naturale. Ma dovresti informare il tuo ginecologo della tua condizione.

Dieta

Non esiste una dieta specializzata per i pazienti con cedimento del sistema valvolare.

I medici raccomandano di introdurre nella dieta cibi ricchi di magnesio:

La farina d'avena è ricca di magnesio

Assunzione obbligatoria di complessi vitaminici prescritti da un cardiologo.

Per i pazienti adulti, si raccomanda di escludere alcol e tabacco..

Profilassi del prolasso della valvola mitrale

Il principale metodo di prevenzione è prevenire l'aggravamento del processo patologico diagnosticato. Viene mostrato il monitoraggio dinamico da parte di un cardiologo, esami regolari - ECG, ultrasuoni del cuore. I pazienti con questa malattia devono essere osservati da un reumatologo e un neuropatologo..

Non diagnosticare te stesso e non decodificare l'ECG o gli ultrasuoni. La frase nel protocollo di ispezione "c'è un'antifase" significa che non ci sono segni di una violazione nel lavoro del cuore.

Prolasso della valvola mitrale 1, 2, 3 gradi

Dall'articolo imparerai le caratteristiche del prolasso della valvola mitrale (MVP), il meccanismo della patologia, le cause, i sintomi, la diagnosi, le caratteristiche del trattamento, la prognosi.

L'essenza della patologia

Il prolasso della valvola mitrale (MVP) è una lesione del muscolo cardiaco di varia origine o patologia delle formazioni del tessuto connettivo del cuore. Conduce a un cambiamento nella struttura e nella forma delle cuspidi della valvola mitrale (al momento della sistole, si piegano nella cavità dell'atrio sinistro, permettendo a parte del sangue di ricadere).

Tale patologia nella pratica cardiologica viene rilevata nel 15% dei bambini di età inferiore ai quindici anni. Inoltre, le anomalie cardiache danno MVP nel 40% dei casi, reumatismi - più della metà dei bambini esaminati. La predisposizione ereditaria garantisce la patologia nel 100% dei casi. Il prolasso della valvola mitrale è il sintomo principale di diverse sindromi congenite: Ehlers-Danlos, Marfan, aracnodattilia contratturale, osteogenesi imperfetta, pseudoxantoma elastico.

Gli adulti soffrono di MVP nel 10%. La malattia ha una connotazione di genere: più spesso le donne dopo 40 anni si ammalano.

Classificazione di PMK

Esiste una divisione della malattia in patologia primaria e secondaria, nonché in base alla gravità del prolasso, al grado di flusso sanguigno inverso - rigurgito. In pratica, entrambe queste classificazioni sono considerate congiuntamente. Il prolasso della valvola mitrale può essere:

  1. Primario, geneticamente determinato, con debolezza congenita delle strutture del tessuto connettivo. In questo caso, le cuspidi della valvola mitrale sono allungate, gli accordi che le trattengono si allungano. Di conseguenza, i lembi non possono chiudersi, c'è uno spazio tra loro. La patologia congenita non influisce in modo significativo sul funzionamento del sistema circolatorio, ma è spesso accompagnata da VVD, aritmia e disagio retrosternale. Il prolasso primario per natura del rumore nel cuore è diviso in una forma latente e silenziosa, che viene diagnosticata su un ecocardiogramma e auscultatoria con tipici mormoni, distinguibili dall'orecchio.
  2. Secondario o acquisito, che si sviluppa su uno sfondo di malattie somatiche, patologie reumatiche e cardiache. Il dolore e l'interruzione del cuore in questa forma di realizzazione sono fermati dai farmaci (nitroglicerina, betalok). Se il prolasso è causato da un trauma, una rottura degli accordi, è necessaria l'assistenza medica di emergenza.

A seconda della gravità, il prolasso delle valvole può essere:

  • il primo grado - deflessione fino a 6 mm, mentre la chiusura è completa, quindi il paziente non ha sintomi;
  • il secondo - fino a 8-9 mm, le valvole non sono strette, si osserva un rigurgito di vari gradi (riflusso inverso del sangue nell'atrio);
  • il terzo è tutto ciò che va oltre: le valvole non si toccano, gli accordi possono essere strappati, il che peggiora le condizioni del paziente, si forma un'insufficienza ventricolare sinistra acuta, che richiede un intervento di emergenza.

Inoltre, ogni grado ha la sua gravità di rigurgito - invertire il flusso sanguigno all'interno delle camere del cuore (secondo l'ecografia Doppler):

  1. il primo grado è una leggera onda mitrale del flusso sanguigno inverso, che raggiunge il livello delle cuspidi;
  2. il secondo è un rigurgito moderato con un'onda che sale al centro dell'atrio sinistro;
  3. la terza è un'onda pronunciata di reflusso ematico inverso, che raggiunge l'estremità opposta dell'atrio sinistro;
  4. il quarto è grave (descritto solo clinicamente).

La diagnosi indica il grado di prolasso e il grado di rigurgito.

Cause della malattia

In effetti, il prolasso della valvola mitrale non è una malattia indipendente. Questa è una sindrome clinica e anatomica che si verifica in varie patologie somatiche. I trigger di MVC possono essere sia anomalie congenite che malattie acquisite.

Nella moderna cardiologia, la causa principale del prolasso della valvola mitrale è la patologia congenita, che si basa sulla degenerazione mixomatosa delle strutture delle valvole e delle fibre nervose intracardiache. Questo prolasso è anche chiamato idiopatico, poiché l'esatta eziologia di questo processo non è stata stabilita. La maggior parte degli scienziati suggerisce la sua condizione genetica..

La distruzione patologica si riferisce principalmente allo strato fibroso del tessuto connettivo, collagene ed elastina, l'accumulo di polisaccaridi nella sostanza intercellulare. La struttura del tessuto connettivo si allenta, la valvola mitrale si contrae al momento del prolasso della sistole. Molto spesso, i pazienti con disturbi autoimmuni, displasia della cartilagine, legamenti, difetti congeniti delle borse articolari, artrite, artrosi sono interessati..

Recenti studi scientifici associano il prolasso della valvola a disturbi ormonali di varia origine, malattie virali, infezione da streptococco, che causano la distruzione diretta non solo delle valvole, ma anche dell'endocardio del cuore.

Tra le ragioni secondarie (acquisite):

  • il primo posto è dato alle malattie reumatiche (fino all'80%): una patologia autoimmune con una lesione combinata della valvola mitrale (prolasso) e aortica (stenosi);
  • il secondo è l'ipertensione arteriosa con ipertrofia ventricolare sinistra (fino al 10%);
  • nel terzo - endocardite infettiva (fino al 10%).

Lesioni toraciche, AMI, distacchi di accordi di diversa genesi occupano un posto insignificante (entro il 2%).

Con l'età, il tessuto connettivo, aumenta la degenerazione autoimmune, quindi il rischio di deformazione delle cuspidi della valvola mitrale, aumenta gradualmente il danno agli accordi e dopo 40 raggiunge il suo picco. Nell'adolescenza, la causa della patologia è una violazione del flusso sanguigno intracardiaco a causa di displasia, anomalie anatomiche delle coronar.

Meccanismo di sviluppo

La deformazione del tessuto connettivo delle cuspidi della valvola mitrale viola la completezza della loro chiusura, provoca una differenza di pressione tra l'atrio e il ventricolo, a seguito della quale il sangue viene restituito all'atrio sinistro. A sua volta, questa situazione provoca ipertrofia dell'atrio sinistro, insufficienza della vena polmonare. Si sviluppa ipertensione del circolo polmonare (piccolo) della circolazione sanguigna, che provoca la clinica della malattia.

Qual è il pericolo di PMK

L'MVP di 1 ° grado scorre quasi asintomaticamente, senza influire sulle condizioni generali di una persona, non richiede alcun aggiustamento. Ma dal 5 al 10% dei pazienti affronta il rischio di complicanze che si verificano con la progressione della malattia, l'esacerbazione delle patologie somatiche, con l'età. I più pericolosi sono i seguenti:

  • Insufficienza acuta della valvola mitrale, che di solito è associata a trauma toracico, rottura degli accordi: al paziente viene diagnosticata un'insufficienza cardiaca acuta, edema polmonare, arresto respiratorio. Rigurgito mitralico cronico - lieve: debolezza, affaticamento, mancanza di respiro.
  • L'endocardite infettiva di varie origini si manifesta con un aumento della trombosi nei vasi del cervello, negli organi interni, nei vasi principali con compromissione della funzione ventricolare sinistra. Minaccia per ictus, infarto, arresto cardiaco, embolia polmonare.
  • Il prolasso della cuspide anteriore provoca più spesso un attacco di angina pectoris: una ridotta contrattilità miocardica aumenta il carico sulla metà sinistra del cuore, portando alla sua ipertrofia, ipossia del cervello, tutti gli organi interni, i tessuti.
  • Fibrillazione cardiaca, MVP con congestione nei polmoni, insufficienza mitralica può portare alla morte (l'allungamento dell'intervallo QT è determinato su un elettrocardiogramma).

Sintomi

Le manifestazioni cliniche del prolasso della valvola mitrale dipendono dal grado di displasia del tessuto connettivo del cuore, dalla presenza di disturbi vegetovascolari e neurologici. I segni della malattia, che dovrebbero essere prestati attenzione già nei neonati, includono:

  • tipo di corpo astenico;
  • displasia dell'anca;
  • ernie ombelicali e inguinali;
  • malnutrizione;
  • la capacità delle articolazioni di piegarsi in tutte le direzioni, anche anatomicamente insolite per loro;
  • varicocele;
  • deformità toracica.

Successivamente, l'MVP si manifesta con piedi piatti, miopia, strabismo, nefroptosi, cattiva postura, SARS frequente o infezioni respiratorie acute, tonsillite. La distonia vegetativa-vascolare è associata alla MVP negli adolescenti.

I principali sintomi clinici del prolasso della valvola mitrale negli adulti sono:

  • Aritmia, tachicardia (fino all'80% dei casi) associata ad eccitazione, tè forte bevuto, caffè, sollevamento pesi. Non rappresentano una minaccia per la vita.
  • Sindrome da iperventilazione a causa di disregolazione del sistema respiratorio. Mal di testa, spesso tipo di emicrania (più della metà dei casi).
  • Gli attacchi di panico di natura non epilettica, si verificano spontaneamente, non hanno una causa esatta.
  • Depressione.
  • Astenia.
  • Sincope (perdita di coscienza a breve termine) con atonia muscolare.
  • Termoregolazione compromessa.
  • Mancanza di respiro che non è correlata a insufficienza cardiaca.

L'auscultazione con MVP è determinata:

  • clic isolati nella regione del ventricolo sinistro al momento della sistole media o tardiva (singola o multipla);
  • soffi sistolici, glossistolici tardivi dovuti alla grande differenza di pressione negli atri e nel ventricolo;
  • combinazione di clic e rumore.

Quando l'esame strumentale e di laboratorio, il prolasso della valvola mitrale dà:

  • il prolungamento asintomatico dell'intervallo QT sull'ECG è un marker per lo sviluppo di aritmie potenzialmente letali;
  • alta escrezione di catecolamine (picco - durante il giorno, diminuzione - di notte).

Diagnostica

La diagnosi di prolasso della valvola mitrale è subordinata all'algoritmo standard per l'esame di un paziente cardiaco:

  • presa di storia, esame fisico con prove di stress (squat, trattenimento del respiro, camminare sul posto);
  • OAC, OAM, biochimica - screening delle condizioni generali del paziente.
  • ECG, ecocardiografia: rilevare l'aritmia, la presenza di rigurgito, determinare il grado di MVP;
  • capestro
  • radiografia: determina il rigurgito mitralico;
  • fonocardiografia: conferma che l'auscultazione ha rivelato rumore;
  • dopplerography.

A volte, può essere richiesta la consultazione con specialisti specializzati. Nei bambini, l'MVP può essere ascoltato come terzo tono, ma questo non ha un valore diagnostico. Il prolasso della valvola mitrale rilevato in un bambino può scomparire da solo con l'età.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento dell'MVP dipende dalla gravità della patologia. Non è necessario alcun trattamento speciale per il prolasso della valvola mitrale di 1 ° grado. Non ci sono restrizioni sull'attività fisica. Qualsiasi sport è possibile, ad eccezione di sollevamento pesi, attrezzature per allenamento con i pesi. Anche il paziente non è esente dall'esercito.

Il trattamento principale per MVP di 1 ° grado è uno stile di vita sano, prevenzione delle infezioni, visita medica. Ma a volte i medici decidono di sostituire la valvola mitrale già in questa fase della malattia. Ciò accade se la causa della patologia sono i processi autoimmuni nel corpo che progrediranno necessariamente, creando un rischio di complicanze fatali. Una condizione soddisfacente del paziente in un determinato intervallo di tempo ci consente di prevedere un buon effetto dall'operazione, l'assenza di conseguenze negative. Ritardare l'intervento chirurgico può comportare l'incapacità di eseguirlo anche per motivi di salute.

L'MVP di grado 2 è accompagnato da sintomi negativi, richiede non solo un monitoraggio costante del paziente, ma anche un trattamento farmacologico sintomatico: presenza di segni di insufficienza circolatoria, aritmie, sincope. Il regime di trattamento è strettamente individuale, è una prerogativa esclusiva del medico. L'attività fisica non è vietata, ma il tipo e il dosaggio sono selezionati dal medico. Non c'è liberazione dall'esercito, ad eccezione del prolasso MK grado 2 con rigurgito superiore al grado 2 o in presenza di aritmia, compromissione della conduzione cardiaca. Puoi praticare sport se sei assente:

  • sincopi;
  • nessuna aritmia (monitoraggio giornaliero);
  • nessun rigurgito (dopplerografia);
  • contrattilità conservata del cuore (ecocardiografia);
  • non c'era storia di tromboembolia. tutti gli indicatori del sistema di coagulazione sono normali;
  • in famiglia, nessuno è morto per un arresto cardiaco improvviso sullo sfondo di MVP.

Per prevenire la progressione della patologia, si consiglia di:

  • sedativi: tintura di motherwort, valeriana, biancospino, Novopassit, Persen;
  • insufficienza mitralica o aritmia suggeriscono la nomina di beta-bloccanti (Diltiazem, Sotagexal, Bisoprolol, Adenosine, Propanorm, Allapinin, Amiodarone), anticoagulanti (Cardiomagnyl, Warfarin, Finilin, Hypergene, ipertensione e indigestione).

Le procedure fisioterapiche (elettroforesi con bromo, magnesio sulla zona del colletto), massaggio per MVP sono indicate per massaggio, balneoterapia, irudoterapia, agopuntura, agopuntura. L'intervento chirurgico viene utilizzato per gli stessi motivi per correggere la valvola o sostituirla. Quando si pianificano piccoli interventi chirurgici, è necessaria una terapia antibiotica preventiva (estrazione dei denti, polipi del seno mascellare, tonsille); sono indicati i corsi di terapia antibiotica preventiva.

La MVP di grado 3 è caratterizzata da gravi anomalie strutturali nel cuore che causano deficit di MK, aritmia persistente: espansione della cavità atriale sinistra, ispessimento delle pareti del ventricolo, disturbi del sistema circolatorio. Questo grado di patologia richiede la correzione chirurgica della valvola, la sua sutura o protesi. Invece di educazione fisica, sport, esercizi ginnici speciali, si raccomanda la terapia fisica, è richiesto un sonno sano e sano.

Il trattamento sintomatico è di usare:

  • Vitamine del gruppo B, PP, E, C;
  • la tachicardia viene fermata da Betalok, Atenolol, Propranolol, che migliorano la nutrizione delle fibre di collagene;
  • la distonia vegetovascolare viene trattata con adattogeni (eleuterococco, citronella, ginseng), complessi vitaminico-minerali (Magne B6, Magnelis B6, Vitrum, DoppelHerz, Pikovit).

Utilizzare sessioni di psicoterapia (di gruppo e individuali) che alleviano il sovraccarico emotivo. Sotto il divieto è tabacco, alcol, sollevamento pesi, allenamento con i pesi.

Prolasso nelle donne in gravidanza

Abbastanza spesso, il prolasso della valvola mitrale viene diagnosticato nelle donne in gravidanza durante un esame obbligatorio completo. Il primo grado di solito non è un problema. La gravidanza procede normalmente; non ci sono conseguenze negative per il feto. Inoltre, il prolasso può diminuire durante la gravidanza: aumenta la gittata cardiaca, diminuisce la resistenza capillare alla periferia. Le aritmie sono possibili, ma il parto si verifica naturalmente, normalmente.

L'aggiunta di rigurgito o la transizione della patologia al secondo grado richiede un monitoraggio costante della gestante da parte di un cardiologo. I farmaci vengono utilizzati solo per motivi di salute (grave compromissione emodinamica).

Le regole di condotta per una donna incinta con prolasso della valvola mitrale sono semplici:

  • evitare ipotermia, sbalzi di temperatura;
  • spostarsi di più per prevenire la congestione degli organi pelvici;
  • riposare in posizione reclinata.

previsione

Come PMK si comporterà per tutta la vita dipende dal motivo che l'ha causato:

  • il prolasso ipertensivo dipende dal grado di insufficienza cardiaca, dal rischio di AMI, da ictus;
  • la MVP reumatica può essere asintomatica per decenni, richiede corsi preventivi di terapia farmacologica, a volte un intervento chirurgico;
  • l'endocardite infettiva viene completamente interrotta nelle condizioni di un agente patogeno identificato con precisione, il trattamento è lungo, la prognosi è favorevole (i tossicodipendenti sono un'eccezione).

Il prolasso della valvola mitrale non complicato ha una buona prognosi..

Prolasso della valvola mitrale di gradi 1,2,3 e 4: cause e sintomi, trattamento e prognosi della vita

Il rolasso della valvola mitrale è una forma di cardiopatia congenita o acquisita. L'essenza del processo è di piegare le valvole della formazione anatomica all'interno dell'atrio sinistro. Di conseguenza: invertire il reflusso sanguigno, la ridotta emodinamica e l'incapacità di fornire liquido emorragico a tutti i sistemi.

Quanto sia pericoloso dipende dallo stadio del processo e dalla gravità della trasformazione.

Il recupero chirurgico è ancora possibile nelle prime fasi. Le fasi successive sono letali, ci sono enormi deviazioni dal lato dell'organo muscolare stesso. Il trattamento è inutile.

Il meccanismo della formazione della patologia

Un fenomeno patogeno si sviluppa a seguito di cambiamenti anatomici in una struttura speciale che chiude il lume tra l'atrio sinistro e il ventricolo: la cosiddetta valvola mitrale.

In sostanza, questo è un setto che impedisce il flusso inverso di sangue. In condizioni normali, il tessuto connettivo fluido viene espulso nei vasi e si muove in un ampio cerchio in tutto il corpo.

Durante la violazione in esame, c'è un prolasso delle valvole, cioè la loro sporgenza nell'atrio. C'è un fenomeno di rigurgito: un flusso inverso di sangue. Da qui la diminuzione del volume del fluido che entra nel grande cerchio, la violazione dell'emodinamica e l'ipossia di organi e tessuti.

Nelle fasi iniziali, il processo non è evidente, il che complica la diagnosi. Man mano che la deviazione si sviluppa, sorge una mancanza di funzionalità delle strutture del corpo, senza la possibilità di un loro radicale ripristino. Sotto attacco sono il fegato, i reni, i polmoni e il cervello. Conoscendo il meccanismo di sviluppo del problema, possiamo determinare i modi per superare il processo.

Classificazione

Secondo il metodo medico standard di battitura, si distinguono 3 o 4 fasi della malattia, entrambe vengono utilizzate. Sono approssimativamente equivalenti, il secondo è elaborato più attentamente..

Fase 1 (facile)

È caratterizzato da deviazioni minime dal lato del cuore e dei vasi sanguigni. La quantità di sangue di ritorno è circa il 10-15% del volume totale.

Nella fase 1, i sintomi sono completamente assenti o il quadro clinico è così scarso che è quasi impossibile determinare la presenza di eventuali problemi. I segni vengono alla luce solo sullo sfondo del duro lavoro e dell'attività fisica..

Il recupero con prolasso minore è ancora possibile e persino probabile, principalmente i medici scelgono una tattica di attesa, ci sono eccezioni se ci sono patologie concomitanti di strutture cardiache Il ritardo è fatale.

Fase 2 (moderata)

Il rigurgito raggiunge il 25% o più, i sintomi sono già presenti, ma in piccole quantità, inoltre, non sono specifici.

È impossibile dire in modo inequivocabile cosa li induca a vivere: problemi neurogenici, anomalie ormonali o fattori cardiaci. Mancanza di respiro, dolore toracico e debolezza. Ecco una triade classica.

Le prospettive per una cura completa sono peggiori, ma è possibile mantenere la malattia sotto il controllo totale e impedire che progredisca per molti anni, ma c'è solo un risultato: prima o poi sarà necessario un intervento chirurgico. La questione dell'adeguatezza della terapia momentanea viene decisa a discrezione del cardiochirurgo in consultazione con il paziente.

Fase 3 (espressa)

È accompagnato da disturbi emodinamici generalizzati. Oltre al quadro clinico completo della condizione di base, ci sono segni di organi e sistemi distanti: fegato, reni, strutture cerebrali in particolare.

Il rigurgito raggiunge il 40% o più, è già pericoloso, sono possibili insufficienza cardiaca e morte. Trattamento chirurgico. Urgente o pianificato, dopo la stabilizzazione.

4 fasi (terminale)

Allocare non sempre. Fase terminale. A questo punto, la malattia raramente viene perché viene rilevata molto prima. La mortalità si avvicina al 100%, le misure di recupero non promettono e non possono far fronte a disturbi anatomici.

Il prolasso della valvola mitrale di grado 1 con rigurgito è la versione più benigna del processo patologico e il momento migliore per iniziare la terapia. La fase 2 è leggermente più complicata, ma ci sono ancora possibilità di recupero.

Caratteristiche emodinamiche

Parzialmente, il problema è già stato considerato. A causa dell'impossibilità della chiusura completa delle valvole del setto anatomico, c'è un flusso di ritorno del sangue dal ventricolo sinistro all'atrio corrispondente, da dove proviene il tessuto connettivo liquido.

Di conseguenza, il volume della circolazione in un grande cerchio è disturbato, a seconda dello stadio, sostanzialmente o in una quantità minima. In ogni caso, l'emodinamica è ridotta a livello dell'intero organismo..

L'ipossia (carenza di ossigeno) aumenta gradualmente, prima manifestata da sintomi polmonari, poi cerebrale. Sono possibili complicazioni letali. Tutto finisce con un fallimento di più organi.

Portare l'emodinamica alla normalità è il compito principale della terapia. Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, il recupero e il miglioramento drammatico non sono più possibili. L'impatto è di supporto, ma disabilitato in questa fase: è impossibile non solo praticare sport, ma anche svolgere compiti domestici quotidiani, anche a piedi.

Sullo sfondo di numerosi disturbi organici, il rischio di morte a lungo termine di diversi mesi o anni è grande. Si tratta del fatto che il prolasso della valvola mitrale (abbreviato MVP) per correggere diventa pericoloso, il paziente potrebbe non sopravvivere all'operazione.

Motivi della violazione

Nonostante il fatto che il meccanismo dello sviluppo della patologia sia ben noto, i fattori esatti della formazione del processo non possono essere chiamati.

Presumibilmente, i seguenti momenti svolgono un ruolo:

  • Difetti cardiaci congeniti e acquisiti. Può essere il risultato di problemi intrauterini o una combinazione di circostanze. Il picco di rilevazione si verifica nei primi anni di vita e nell'adolescenza. Di solito non ci sono sintomi in quanto tali, il che rende mortali queste malattie. La distruzione delle strutture cardiache è in corso, ma non ci sono segni, il paziente è fiducioso nella propria salute. Il risultato è una diagnosi durante un'autopsia. Il metodo di prevenzione è uno: visitare regolarmente un cardiologo ed eseguire esami preventivi (ECG, ECHO) almeno una volta all'anno.
  • Violazione del piano metabolico. Prima di tutto, il cambiamento nel movimento di potassio, magnesio e sodio in parte. Si verificano deviazioni della ripolarizzazione ventricolare, il cuore non funziona correttamente, si notano interruzioni. Le strutture cardiache stesse non ricevono sangue, i fenomeni distrofici iniziano da tutte le formazioni, comprese le valvole. A lungo termine, questo è irto di prolasso o altri fenomeni. Il trattamento è efficace nelle prime fasi..
  • Attacco di cuore Necrosi acuta del tessuto muscolare. Si verifica sullo sfondo dell'insufficienza coronarica del genere acquisito. Il cambiamento è potenzialmente fatale. Fino al 60-70% di tutti i pazienti muore, molti più tardi, a causa di insufficienza cardiaca. Prevenire questa condizione è più facile che affrontarne le conseguenze..
  • Endocardite e processi patologici simili di un piano infettivo, tossico o autoimmune. La garanzia (se così posso dire) di prevenire complicazioni catastrofiche, come la frattura atriale, è un trattamento di emergenza in ambito ospedaliero. Vengono utilizzati antibiotici, antivirali, farmaci anti-ipertensione.
  • Problemi infettivi e infiammatori della gola e del tratto respiratorio superiore. Dalla tonsillite classica alla tonsillite cronica e altri processi nei seni paranasali. Anche i fenomeni cariati, la gengivite, i cambiamenti gengivali influiscono. Non è consigliabile posporre il trattamento, esiste il rischio di sviluppare anomalie cardiache.
  • Coronaropatia. Viene stabilito se il processo patologico non raggiunge una certa massa critica per la formazione di un infarto. Richiede un supporto costante e permanente, poiché esiste un'alta probabilità di arrestare o morire gli strati muscolari.

I fattori di sviluppo richiedono un'attenzione particolare. Conoscendo le caratteristiche e i momenti presuntivi della formazione di un fenomeno patogeno, è possibile determinare misure preventive indicative.

Sintomi e lamentele dei pazienti

Le manifestazioni si verificano solo nelle fasi successive. Non esiste una forma acuta di prolasso della valvola mitrale, poiché lo sviluppo dei cambiamenti gradualmente.

Nelle fasi iniziali, i sintomi sono minimi, il paziente non presta attenzione a loro. Trasformazioni catastrofiche si verificano durante l'esacerbazione.

Un elenco indicativo di sintomi:

  • Dolore al petto medio. Stampa, pungere, treccia. Il disagio è dato all'addome, alla regione epigastrica, alla scapola, alle braccia. Dolore estremamente raro, più spesso questo è un indice di emergenza.
  • Tachicardia. Disturbi del sonno permanenti del tipo di impossibilità di riposo notturno. Gli incubi sono possibili. I tagli rapidi non scompaiono affatto. A poco a poco, il paziente si adatta alle proprie condizioni..
  • Vertigini. Nausea. Indicazione di danno cerebrale, rimozione urgente dei cambiamenti patologici, con beta-bloccanti (Anaprilin, Metoprolol).
    Possibile vomito Ma ha un'origine riflessa, quindi non si verifica sollievo dopo l'episodio.
  • Dispnea. Di norma, sullo sfondo di un lungo corso del processo principale. Il prolasso della cuspide anteriore della valvola mitrale di 1 ° grado è accompagnato da manifestazioni così insignificanti che non crea una sensazione di pericolo o disagio, spingendo il paziente a visitare un cardiologo. Nel corso dello sviluppo, la mancanza di respiro diventa insopportabile, il paziente non può svolgere le attività quotidiane, non è in grado di muoversi, a volte persino alzarsi dal letto.
  • Aritmie. Parzialmente questo sintomo è stato descritto. Oltre alle contrazioni accelerate (tipo parossistico), sono possibili fibrillazione, extrasistoli di gruppo, che possono portare ad arresto cardiaco senza la prospettiva di rianimazione. È impossibile prevenirlo, solo come parte del complesso trattamento del prolasso della valvola mitrale.
  • La sensazione di stanchezza costante, riduzione delle prestazioni.
  • Svenimento e sincope. Accompagna le fasi successive. Questo è un brutto segno in quanto indica disturbi omodinamici quando la circolazione del sangue nel cervello si indebolisce.

Il quadro clinico è a 2-3 stadi, in particolare a 4 brillanti, ma non specifici. Non ci sono manifestazioni patognomoniche. Il punto nella domanda è fissato con metodi oggettivi.

Qual è la malattia pericolosa??

Le complicanze tipiche includono problemi cardiaci. Si tratta principalmente di deviazioni fatali che non possono essere trattate isolatamente.

  • Attacco di cuore Il risultato più probabile. È caratterizzato da disturbi circolatori acuti nelle formazioni muscolari. Da qui il quadro clinico intenso.
  • Shock cariogeno. Un calo della pressione sanguigna in combinazione con una significativa riduzione dell'espulsione dal ventricolo sinistro. Una complicazione mortale. La mortalità è quasi del 100%. Anche i pazienti fortunati non riescono a vivere troppo a lungo, in futuro diversi anni, la morte è inevitabile.
  • Ictus. Malnutrizione cerebrale acuta. È pericoloso non solo per la letalità, ma anche per la probabilità di fenomeni carenti del tipo focale (il linguaggio, la vista, l'udito sono interessati principalmente).
  • Insufficienza cardiaca.
  • Demenza vascolare. È relativamente raro sullo sfondo della patologia in questione.

Il prolasso della valvola mitrale è pericoloso per i disturbi emodinamici e minaccia l'ipossia generalizzata di tutti i tessuti e gli organi. A lungo termine associato a guasti multipli.

Diagnostica

L'esame di pazienti con sospette anomalie nel lavoro delle strutture cardiache è compito di un cardiologo o di un chirurgo specialista.

La durata della diagnosi va da alcuni giorni a una settimana, possibilmente più a lungo, a seconda del fattore principale nello sviluppo del processo.

Uno schema approssimativo è il seguente:

  • Intervista al paziente per reclami, nonché raccolta di dati anamnestici. Il momento cruciale, che costituisce la base della diagnosi, nonostante l'apparente insignificanza.
  • Auscultazione (ascolto dei suoni del cuore). Sono rumorosi, si osserva la loro scissione. In alcuni casi, caotico. I clic sistolici vengono rilevati a causa della forte tensione degli accordi, che erano precedentemente rilassati - un'indicazione diretta del rigurgito.
  • Misurazione della pressione arteriosa e del polso (quest'ultima viene calcolata come differenza tra i livelli superiore e inferiore). Anche la frequenza cardiaca. In via prioritaria.
  • Monitoraggio quotidiano con il metodo Holter. Utilizzando il monitor automatico programmabile della pressione sanguigna. Ti permette di valutare l'attività funzionale di un organo muscolare in dinamica, in condizioni familiari all'uomo. Un esame stazionario di questo tipo è meno efficace..
  • elettrocardiografia La via principale. Lo scopo non è quello di identificare le violazioni della capacità contrattile del miocardio e di altre strutture. Vengono eseguiti test di stress, ma con grande cautela. Poiché sono probabili complicazioni.
  • Ecocardiografia. O un'ecografia. La visualizzazione viene mostrata in breve tempo, il che rende la tecnica diffusa e accessibile a una vasta gamma di pazienti. Utilizzato per diagnosticare anomalie organiche. Di norma, in questo modo vengono rilevate le conseguenze del prolasso della valvola mitrale o l'origine del processo.
  • Angiografia delle arterie coronarie. Il normale flusso sanguigno non dovrebbe rallentare.
  • RM o TC. In casi estremi.

Secondo le indicazioni, può essere prescritta la consultazione con un otorinolaringoiatra o uno specialista del sistema nervoso. Come parte di una diagnosi estesa, viene eseguito un esame del sangue generale, ormonale, biochimico.

Segni su un elettrocardiogramma

Piccolo numero. Non ci sono dettagli. Viene determinata una miscela del processo aritmico con extrasistole di gruppo, accelerazione della frequenza cardiaca o fibrillazione.

Ampliamento marcato del complesso QRS, aspetto preliminare dell'onda P. Qui finiscono i cambiamenti. È impossibile determinare il prolasso in questo modo, il metodo è necessario per valutare le conseguenze organiche della patologia.

Trattamento

La terapia è mista. Stage dipendente.

1a tappa. Con MVP di grado lieve, è stata eseguita l'osservazione dinamica. I medici non si impegneranno a prescrivere un'operazione fino a quando la condizione non peggiorerà. È possibile regressione spontanea o stagnazione, stabilizzazione delle deviazioni a un certo livello. In tale situazione, la supervisione non è affatto necessaria..

Stile di vita che cambia efficacemente:

  • Smettere di fumare, alcol, cattive abitudini in generale.
  • Normalizzazione della dieta. Non ci sono raccomandazioni concrete di un piano universale; tutto è possibile, ma con moderazione. La base del menu è composta da verdure, frutta, cereali, latticini e proteine ​​in diverse forme.
  • Dormi 8 ore a notte.
  • Stress minimo.

2 livelli. Richiede assistenza medica e, ancora una volta, osservazione dinamica. Segni minimi di progressione: la base per la terapia con metodi chirurgici.

  • Agenti antiipertensivi. Di carattere diverso. Prescritto da un medico.
  • Glicosidi cardiaci, ma con cautela. Possibile infarto del miocardio o insufficienza d'organo muscolare.
  • Antiaritmico. Amiodarone, Hindin e altri.
  • Complessi minerali, preparati per reintegrare potassio, magnesio.

3 fasi. Richiede un trattamento chirurgico di routine. Viene utilizzata la sostituzione della valvola mitrale. Questa è la tecnica principale nella fase avanzata del processo patologico..

Prima dell'inizio dell'intervento, si raccomanda di normalizzare le condizioni del paziente, questo può essere fatto con gli stessi medicinali. Il monitoraggio della situazione è costante, ogni 1-2 mesi ECG, ECHO e una valutazione oggettiva di routine.

4 livelli. Non ha prospettive per una cura. L'aiuto è palliativo, l'unica possibilità di recupero è un trapianto di cuore, ma i donatori sono pochi, quindi la probabilità è quasi zero.

Ogni fase richiede il proprio approccio. Più tardi e più trascurati, più difficili, i medici sono costretti a essere più inventivi.

previsione

È possibile determinare il risultato probabile dopo una lunga osservazione. Molto dipende dalla velocità della progressione, dallo stadio del processo patologico. Parlando in numeri, è molto approssimativamente possibile immaginare un tale calcolo:

  • 1a tappa. Sopravvivenza al 95%, anche senza trattamento. Ma la probabilità di progressione è del 98%, con la terapia o un cambiamento nel comportamento, è possibile rallentare il fenomeno.
  • 2 livelli. 70%, la mortalità è minima, ma non già zero.
  • 3 fasi. Le probabilità di rimanere in questo mondo sono determinate al 30%, mentre la terapia è leggermente più alta. I numeri cambiano radicalmente con un intervento chirurgico di successo.
  • 4 livelli. Lo stadio terminale non è trattato affatto. La mortalità è del 98%, il restante 2% è nei prossimi 6-8 mesi. Il trapianto risolve il problema solo parzialmente; si osserva un'insufficienza multipla di organi. Perché non c'è quasi speranza.

Terapia precoce, giovane età, buona risposta all'uso di droghe, un minimo di patologie somatiche, assenza di cattive abitudini, predisposizioni genetiche, natura non fisica del lavoro. Questi sono fattori prognostici favorevoli..

Finalmente

Il prolasso della valvola mitrale è un difetto anatomico relativamente comune. È considerata una variante dell'insufficienza cardiaca..

Prima o poi, è necessario un intervento chirurgico, tranne in rare situazioni. Le prospettive di pieno recupero sono controverse, estremamente variabili e dipendono dai limiti del processo. Le prime fasi sono più favorevoli per il trattamento.

E 'Importante Essere Consapevoli Di Vasculite