Proteina di Bens-Jones nelle urine, quantitativamente (immunofissazione delle urine)

Rilevazione di catene leggere di immunoglobuline libere (proteina Bence-Jones) nelle urine, utilizzate per diagnosticare le gammopatie monoclonali, incluso il mieloma multiplo.

Catene leggere libere di immunoglobuline nelle urine

Sinonimi inglese

Proteina di Bence-Jones, Urina (immunofissazione)

Catene leggere libere, urina

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Urina giornaliera, porzione media di urina mattutina.

Panoramica dello studio

La proteina Bens-Jones è un gruppo di catene leggere libere da immunoglobuline monoclonali che possono essere rilevate nelle urine o nel sangue. Il loro aspetto è caratteristico di malattie linfoproliferative come il mieloma multiplo. Questa caratteristica è stata descritta per la prima volta dal medico inglese Henry Bens-Jones durante l'esame di un campione di urina, che ha dato un tale nome. Successivamente, è diventato noto che la proteina Bens-Jones è, in effetti, un gruppo omogeneo di catene leggere libere di immunoglobuline sintetizzate da una singola cellula plasmatica (monoclonale). Bens-Jones Protein è il nome collettivo di monomeri, dimeri, tetrameri e altre strutture polimeriche costituite da catene leggere di immunoglobuline.

Le catene libere dalle immunoglobuline sono polipeptidi con una massa molecolare di 22 kDa, che sono sintetizzate da plasmacellule e, se combinate con catene pesanti, formano molecole di immunoglobuline di varie classi: IgG, IgM, IgA e altre. A seconda della struttura del dominio costante, si distinguono due classi di catene leggere: le catene lambda (λ) e kappa (κ). Ogni immunoglobulina può avere solo una classe di catene leggere: lambda o kappa. Normalmente, le plasmacellule sintetizzano più luce delle catene pesanti. Le catene leggere che non fanno parte delle immunoglobuline sono chiamate libere. Le catene di kappa libere, di regola, esistono sotto forma di monomero, sono di piccole dimensioni e quindi relativamente facili da filtrare nell'urina primaria. Le catene lambda, al contrario, di solito esistono sotto forma di un dimero, il che rende difficile filtrarle nei glomeruli renali. In rari casi, entrambe le catene kappa e lambda possono formare tetrameri, grandi complessi proteici che non penetrano nelle urine. Normalmente, quasi l'intero numero di catene leggere che entrano nei tubuli renali viene riassorbito e solo una piccola parte di essi viene escreta nelle urine (non più di 0,75-1,8 mg / l). La comparsa di un eccesso di catene leggere di immunoglobuline libere nelle urine (comparsa della proteina Bens-Jones) può indicare la loro eccessiva produzione da parte delle plasmacellule (gammopatia) o una violazione del processo di riassorbimento renale (malattia renale). Il rilevamento delle proteine ​​Bens-Jones può essere utilizzato per diagnosticare e monitorare il trattamento di queste malattie..

La proteina Bens-Jones viene rilevata nel 50-70% dei pazienti con mieloma multiplo, nel 30-40% dei pazienti con macroglobulinemia Waldenstrom e nel 90% dei pazienti con amiloidosi primaria. Altre condizioni in cui le proteine ​​Bens-Jones possono essere osservate nelle urine sono linfoma, leucemia (di solito leucemia linfatica cronica o leucemia plasmatica), carcinoma pancreatico, carcinoma midollare della tiroide, gammopatia benigna di origine sconosciuta. In assenza di qualsiasi motivo per la comparsa di questa proteina nelle urine, parlano della proteinuria idiopatica di Bens-Jones.

Le catene leggere libere dalle immunoglobuline non possono essere determinate usando un'analisi delle urine di routine - per questo vengono utilizzati test speciali. Di norma, la diagnosi di laboratorio per sospetta gammopatia inizia con la solita elettroforesi delle proteine ​​plasmatiche e delle urine. Questo passaggio è necessario per determinare la concentrazione di proteina M (paraproteina) e la diagnosi differenziale iniziale di gammopatia. L'elettroforesi, tuttavia, non è un metodo sensibile. Per questo motivo, nella seconda fase dell'esame, si raccomanda un test più sensibile: l'immunofissazione delle proteine ​​delle urine. Questo evita errori diagnostici, dato che le gammopatie possono avere un normale risultato di elettroforesi proteica. Il metodo di immunofissazione consente non solo di rilevare anche una piccola quantità di catene leggere libere, ma anche di determinare la loro classe (catene lambda o kappa).

Di norma, viene eseguita un'analisi parallela sia del sangue che delle urine. Ciò è dovuto ad alcune caratteristiche dell'escrezione della catena leggera nelle gammopatie. Ad esempio, nella maggior parte dei pazienti con segni clinici di mieloma, l'elettroforesi sierica mostra più di 3 g di proteina M nel sangue. Tuttavia, in circa il 20% dei pazienti, viene rilevato solo un leggero aumento delle proteine ​​M (meno di 1 g per dl di sangue) o persino un normale livello di immunoglobuline nel sangue. Quando si analizza l'urina in tali pazienti, è possibile rilevare una maggiore escrezione di catene leggere nelle urine (un tale mieloma viene spesso chiamato mieloma di Bens-Jones). Pertanto, l'analisi parallela aiuta a prevenire errori diagnostici..

Va notato che esiste una forma speciale e rara di mieloma in cui le catene leggere non vengono rilevate né nel sangue né nelle urine né mediante elettroforesi o immunofissazione (il cosiddetto mieloma multiplo non segreto). Per diagnosticare questa forma di mieloma, si raccomanda di determinare il rapporto tra catene leggere libere di immunoglobuline λ e κ nel siero del sangue.

La proteina Bens-Jones potrebbe anche non essere rilevata nelle urine in una fase precoce della malattia, quando un eccesso di catene leggere libere può ancora essere riassorbito nei tubuli renali (fino a 1 g al giorno con normale funzione renale) e in rari casi quando si formano catene leggere libere tetrameri che non filtrano nel glomerulo renale.

Un risultato falso positivo può essere ottenuto con alcuni farmaci (ad esempio alte dosi di aspirina e penicillina), insufficienza renale cronica o con alcune malattie sistemiche (artrite reumatoide, LES, polimiosite).

Date queste limitazioni del metodo di immunofissazione, l'interpretazione dei risultati dovrebbe essere effettuata tenendo conto di ulteriori dati anamnestici, di laboratorio e strumentali.

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi e il monitoraggio del trattamento delle gammopatie monoclonali (mieloma multiplo, malattia della catena polmonare, macroglobulinemia di Waldenstrom).

Quando è programmato uno studio?

  • Se si sospetta mieloma multiplo e altre malattie dal gruppo di gammopatie monoclonali (mieloma multiplo, malattia a catena polmonare, macroglobulinemia di Waldenstrom).

Cosa significano i risultati??

Risultato: non trovato.

Paraproteina rappresentata da catene leggere kappa / lambda - non rilevata.

  • amiloidosi primaria;
  • gammopatia monoclonale di origine sconosciuta;
  • crioglobulinemia;
  • Sindrome di Fanconi;
  • iperparatiroidismo;
  • mieloma multiplo;
  • osteomalacia;
  • Macroglobulinemia di Waldenstrom;
  • carcinoma tiroideo midollare;
  • adenocarcinoma pancreatico;
  • linfoma
  • leucemia;
  • proteinuria idiopatica bens jones.
  • norma;
  • trattamento efficace della malattia.

Cosa può influire sul risultato?

  • Stadio della malattia: la proteina Bens-Jones potrebbe non essere rilevata nelle urine in una fase precoce della malattia;
  • l'assunzione di aspirina e penicillina a dosi elevate può portare a un risultato falso positivo;
  • la presenza di malattie sistemiche (artrite reumatoide, LES, polimiosite) e insufficienza renale cronica possono portare a un risultato falso positivo;
  • la presenza di tetrameri di catene leggere lambda o kappa (che non entrano nelle urine) può portare a un risultato falso negativo.
  • Si raccomanda di effettuare l'immunofissazione delle proteine ​​sia nelle urine che nel sangue;
  • l'interpretazione dei risultati deve essere effettuata tenendo conto di anamnesi aggiuntiva, dati di laboratorio e strumentali.

[06-004] Albumina sierica

[06-035] Proteine ​​totali nel siero

[06-038] Totale di proteine ​​nelle urine

[08-010] Immunoglobuline totali sieriche G (IgG)

[08-011] Immunoglobuline totali sieriche M (IgM)

[06-011] Frazioni proteiche nel siero

[13-056] Immunofissazione delle immunoglobuline sieriche con antisieri IgG, A, M K, L con determinazione quantitativa della paraproteina

Chi prescrive lo studio?

Ematologo, oncologo, terapista, medico di medicina generale.

Letteratura

  • NauKC, LewisWD. Mieloma multiplo: diagnosi e trattamento. Am Fam Physician. 1 ottobre 2008; 78 (7): 853-9. Revisione.
  • Levinson SS, Keren DF. Catene leggere libere di immunoglobuline: analisi di laboratorio clinico. Clin Chem. 1994 ottobre; 40 (10): 1869-78.
  • Whicher JT, Hawkins L, Higginson J. Applicazioni cliniche dell'immunofissazione: una tecnica più sensibile per la rilevazione della proteina di Bence Jones. J Clin Pathol. Agosto 1980; 33 (8): 779-80.
  • Chernecky C. C. Test di laboratorio e procedure diagnostiche / S.S. Chernecky, B.J. Berger; 5a ed. - Saunder Elsevier, 2008.

Mieloma

Il mieloma è uno dei tipi di tumore del sangue, degenerazione maligna delle plasmacellule (linfociti B differenziati, una sottospecie di globuli bianchi che fanno parte del sistema immunitario e sintetizzano anticorpi che aiutano l'organismo a combattere le infezioni). Normalmente, le cellule plasmatiche (plasmociti) e i linfociti B vengono prodotti nel midollo osseo nella quantità necessaria per il corpo. Ad un certo punto, questo processo fallisce e, invece delle cellule normali, iniziano a essere prodotti plasmociti atipici (tumorali), che sostituiscono gradualmente le cellule normali nel midollo osseo. Invece di anticorpi, tali cellule producono paraproteine, proteine ​​che danneggiano il tessuto renale..

Con il mieloma si verificano più focolai tumorali, specialmente nel midollo osseo, ma anche nelle ossa (di solito piatte, come le ossa e le costole craniche, ma anche i tubulari, in particolare il femore, possono essere danneggiati), i linfonodi e altri organi. La molteplicità delle lesioni è dovuta a un altro nome di mieloma: mieloma multiplo. Poiché le cellule tumorali producono paraproteina, che collega la malattia alle emmoblastosi paraproteinemiche, malattie immunoproliferative maligne.

Per lo più il mieloma è interessato dagli anziani - di età pari o superiore a 70 anni, sebbene anche i giovani di età inferiore ai 40 anni si ammalino raramente, gli uomini hanno una probabilità leggermente maggiore rispetto alle donne (il rapporto tra uomini malati e donne è 1,4: 1). Per una ragione sconosciuta, questa malattia nelle persone di razza Negroide si verifica due volte più spesso di qualsiasi altra.

Il mieloma multiplo è una malattia incurabile con un decorso cronico, tuttavia, sebbene una cura completa con i moderni mezzi medici sia irraggiungibile, il trattamento consente molti anni di remissione, durante i quali le persone vivono una vita piena.

Sinonimi: mieloma multiplo (MM), plasmacitoma, malattia di Rustitsky-Kalera (con il nome degli scienziati che per primi hanno descritto la malattia).

Il codice ICD 10 per il mieloma è C90 (mieloma multiplo e neoplasie maligne del plasma).

Cause e fattori di rischio

Il motivo della malignità delle plasmacellule non è stato stabilito. Presumibilmente, esiste una predisposizione genetica. I fattori mutageni possono includere infezioni virali, radiazioni ionizzanti (compresa la radioterapia), sostanze cancerogene, farmaci citostatici (chemioterapia) e intossicazione cronica. Nel 10% delle persone con gammopatia monoclonale, si trasforma in mieloma.

I fattori predisponenti includono tutto ciò che ha un effetto schiacciante sul sistema immunitario: obesità, cattive abitudini, stili di vita non sani, tolleranza allo stress, ecc..

Le forme

Esistono diverse classificazioni di MM.

Per manifestazioni cliniche:

  • sintomatico;
  • asintomatico (fumante);
  • Gammopatia monoclonale di valore incerto (MGUS, Gammopatia monoclonale di significato indeterminato).

Secondo la composizione cellulare:

  • plasmocitaria;
  • plasmoblast;
  • cellula polimorfica;
  • piccola cellula.

A seconda della prevalenza dei fuochi:

A seconda del tipo di paraproteina prodotta:

  • G-mieloma (75% di tutti i casi);
  • A-mieloma;
  • D-mieloma;
  • E-mieloma;
  • Mieloma di Bens-Jones;
  • M-mieloma;
  • non segreto (le ultime due sono forme rare).
  • avanzando lentamente;
  • avanzamento veloce.

Forme di raggi X.

  • focale multipla;
  • porotico diffuso;
  • isolato.
  • focale;
  • nodoso;
  • maglia;
  • osteolitica;
  • osteoporotica;
  • misto.

Fasi della malattia

Nel corso del mieloma multiplo, si distinguono tre fasi:

Esistono diversi criteri per determinarli..

L'International Scoring System (ISS) è focalizzato sulla quantità di microglobulina beta-2 (β2M) e albumina sierica:

  1. β2M 100 g / l; il calcio nel sangue è la norma; paraproteina sierica 120 mg / l; paraproteina sierica> 70 g / l per IgG e> 50 g / l per IgA; Escrezione proteica di Bens-Jones nelle urine> 12 g / giorno; tre o più focolai di osteolisi (per determinare lo stadio III, è sufficiente rispettare solo uno dei criteri elencati).

Ognuna delle tre fasi della classificazione Dury - Salmon è suddivisa in sottostadi A e B a seconda del contenuto di creatinina sierica, che funge da indicatore della funzione renale:

  1. Creatinina 2 g / dl (> 177 μmol / L).

Sintomi di mieloma

Prima che compaiano i primi sintomi, la malattia progredisce in modo asintomatico per lungo tempo (questo periodo può variare da 5 a 15 anni). In questo momento, un ROE elevato, la paraproteinemia possono essere rilevati in un esame del sangue e la proteinuria in un'analisi delle urine. Ma poiché il numero di plasmacellule nel midollo osseo non è aumentato, è impossibile fare una diagnosi.

Lo stadio espanso è caratterizzato dall'aspetto e dall'aumento dei sintomi, che si manifesta con un numero di sindromi, che in diversi pazienti hanno diversi gradi di gravità.

I sintomi sono associati sia alla crescita tumorale focale delle plasmacellule sotto forma di tumori ossei, sia al fatto che i plasmociti sintetizzano sostanze che promuovono la lisi, cioè la distruzione del tessuto osseo. Prima di tutto, le ossa piatte (ossa pelviche, crani, scapola, costole, colonna vertebrale) soffrono, meno spesso le ossa tubulari (femore, omero). Di conseguenza, appare intenso dolore osseo, aggravato dalla pressione, durante il movimento, fratture patologiche (non causate da traumi), deformità ossee.

La sconfitta del sistema ematopoietico

Leucopenia, trombocitopenia, plasmacellule nel sangue periferico, aumento del ROE, nel mielogramma il contenuto di plasmociti è> 15% (in alcune forme di MM, il mielogramma potrebbe non discostarsi dalla norma).

Sindrome da patologia proteica

È causato dalla sovrapproduzione di paraproteine ​​(immunoglobuline patologiche o proteina Bens-Jones), che è accompagnata da iperproteinemia (manifestata da sete, pelle secca e mucose), proteinuria, comparsa di anticorpi freddi (manifestata da allergia fredda, acrocianosi, disturbi trofici alle estremità), amiloide quelle parti del corpo in cui si è verificata la deposizione di amiloide, l'allargamento delle labbra e della lingua).

Si osserva nell'80% dei pazienti con MM, caratterizzato dallo sviluppo di insufficienza renale cronica, che si manifesta con debolezza, nausea, riduzione dell'appetito, perdita di peso corporeo. Edema, ascite, ipertensione (uno dei segni diagnostici) non sono caratteristici.

Come risultato dell'infiltrazione di plasmacellule tumorali, danni al fegato, milza (più spesso), tratto gastrointestinale, pleura (meno spesso) si sviluppano in tutti gli organi interni con lo sviluppo di sintomi caratteristici.

La suscettibilità alle infezioni, le comuni malattie virali respiratorie sono gravi, spesso complicate da infezioni batteriche, malattie infettive e infiammatorie del tratto urinario, fuoco di Sant'Antonio, infezioni fungine.

Aumenta la viscosità del sangue

È caratterizzato da una violazione della microcircolazione, che si manifesta con compromissione della vista, debolezza muscolare, mal di testa, sviluppo di lesioni trofiche della pelle e trombosi. Osservato nel 10% dei pazienti con MM.

Si sviluppa a causa di una diminuzione della funzionalità delle piastrine e dell'attività dei fattori della coagulazione del sangue. Manifestato da sanguinamento delle gengive, sangue dal naso, ematomi multipli..

È causato dall'infiltrazione delle plasmacellule della dura madre, dalla deformazione delle ossa del cranio e delle vertebre, dalla compressione dei tronchi nervosi da parte dei tumori. Manifestato da neuropatia periferica, debolezza muscolare, peggioramento di tutti i tipi di sensibilità, parestesie, riduzione dei riflessi tendinei e altri sintomi, a seconda dell'area di danno.

È causato dalla lisciviazione del calcio dal tessuto osseo a causa della lisi. Manifestato da nausea, vomito, sonnolenza, perdita di coscienza, perdita di orientamento.

Lo stadio terminale è caratterizzato da esacerbazione dei sintomi esistenti, rapida distruzione delle ossa, crescita tumorale nei tessuti vicini, aumento dell'insufficienza renale, anemia grave, complicanze infettive.

Diagnosi di mieloma

I principali segni di mieloma multiplo sono la plasmacitosi del midollo osseo (> 10%), i focolai di osteolisi, il gradiente M (proteina monoclonale) o la proteina Bence-Jones nel siero o nelle urine. È proprio per questi motivi che viene effettuata una ricerca diagnostica in caso di sospetta malattia e per la diagnosi è sufficiente stabilire la plasmocitosi e il gradiente M (o proteina di Bence-Jones) indipendentemente dalla presenza di alterazioni ossee.

Sono utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

  1. Radiografia del cranio, torace, bacino, colonna vertebrale, cintura scapolare, omero e femore.
  2. Tomografia computerizzata a spirale.
  3. Risonanza magnetica.
  4. Tomografia ad emissione di positroni.
  5. Biopsia di aspirazione del midollo osseo per determinare il mielogramma.
  6. Test di laboratorio su sangue e urina.
  7. Studio citogenetico.

Le lesioni ossee ed extraosseose nel mieloma sono indicate dall'acronimo CRAB:

  • C - Calcio (calcio) - ipercalcemia, contenuto di Ca> 2,75;
  • R - Funzionalità renale (renale) - alterata, creatinina sierica> 2 mg / dl;
  • A - Anemia (anemia) - normocitica e normocromica, emoglobina

Istruzione: Università medica statale di Rostov, specialità "Medicina generale".

Le informazioni sono compilate e fornite solo a scopo informativo. Consulta il tuo medico al primo segno di malattia. L'automedicazione è pericolosa per la salute.!

Mieloma

Il mieloma è una patologia del sangue maligna. Una malattia si sviluppa nel midollo osseo da cellule del sangue degenerate. La malattia è indicata come emmoblastosi paraproteinemica. Il processo oncologico è accompagnato da una maggiore produzione di proteine ​​atipiche di immunoglobuline. Il mieloma è piuttosto raro, le persone con un tono della pelle scura hanno maggiori probabilità di soffrire. È difficile identificare la malattia nella fase iniziale, quindi il trattamento spesso inizia già in una fase avanzata.

Caratteristiche della malattia

Il mieloma è caratterizzato da un processo maligno di crescita attiva nella cavità del midollo spinale dei plasmociti monoclonali che producono una proteina patologica - paraproteina. La malattia è la maturazione e la degenerazione in corso dei linfociti B in plasmociti. Un plasmacito è una cellula che secerne l'immunoglobulina. Con il mieloma, i plasmociti monoclonali non muoiono, ma continuano a moltiplicarsi. Un aumento del numero di agenti patogeni si sposta nel midollo osseo, provocando una diminuzione degli elementi di base del sangue.

Le immunoglobuline atipiche penetrano nei tessuti di altri organi, accumulandosi nello spazio intercellulare. Prima di tutto, i patogeni si accumulano nei tessuti dei reni, del fegato, della milza, ecc. - organi con alta afflusso di sangue.

Il mieloma è associato alla sostituzione di cellule sane con immunoglobuline atipiche. La patogenesi dei plasmociti patologici con la produzione di sostanze biologicamente attive provoca lo sviluppo dei seguenti effetti:

  • aumenta il livello di osteoclasti, che provoca la fragilità e la fragilità delle ossa della colonna vertebrale, degli arti, ecc.;
  • le funzioni protettive del corpo sono ridotte;
  • aumenta il livello di fibre elastiche con fibrogeni, che porta alla formazione costante di sanguinamento capillare e lividi;
  • le cellule epatiche crescono attivamente, causando una diminuzione della coagulazione del sangue;
  • la composizione proteica compromessa causa malattie renali.

Nel mieloma, la crescita dei plasmociti monoclonali non è controllata e il loro livello è in costante aumento. A causa di questo processo, il mieloma si riferisce a patologie del sangue maligne - emoplastosi.

La malattia di solito si manifesta negli adulti dopo 40 anni. Negli uomini, la malattia viene diagnosticata più spesso che nelle donne. Il tumore cresce lentamente - possono passare più di 20 anni prima che compaiano i primi sintomi. Dopo la diagnosi, in base alla presenza di sintomi concomitanti, una persona vive in media entro 2 anni. Pertanto, il mieloma è spesso percepito come un tumore al sangue..

Codice ICD-10 per patologia C90 "Mieloma multiplo e tumori maligni plasmatici." La malattia può essere determinata dalla presenza di proteine ​​di classe IgE, caratterizzate dalla presenza di mieloma elettronico.

Specie Mieloma

La classificazione del mieloma si basa sulla composizione strutturale del tumore con la posizione dei patogeni atipici nel midollo osseo.

A seconda del numero di lesioni, ci sono forme:

  • La forma solitaria è determinata da una singola lesione in qualsiasi parte dell'osso con il midollo osseo o sul tessuto del linfonodo, che è la principale differenza dal mieloma multiplo.
  • Il mieloma multiplo è caratterizzato dalla formazione di diverse lesioni con presenza di midollo osseo. Si verifica più spesso nell'area delle scapole, delle costole, delle ossa del cranio, nelle mani, nelle gambe, ecc..

Una lesione del corpo viene solitamente diagnosticata con più patologie. La numerosa concentrazione di neoplasie patogene nel corpo ha segni simili di manifestazione con solitario.

A seconda della struttura cellulare, si distinguono le seguenti specie:

  • Il mieloma a cellule plasmatiche è caratterizzato da un alto livello di plasmociti maturi che producono paraproteina. La patologia si sviluppa lentamente, ma il costante processo di produzione di proteine ​​complica il corso della terapia. La mielomatosi plasmatica si diffonde ad altri organi e sistemi.
  • Il tipo plasmoblastico è caratterizzato dalla predominanza di plasmoblasti che secernono proteine ​​in piccola quantità. La patologia differenziale è in rapida crescita e facile da trattare.
  • Le specie polimorfiche e di piccole cellule si distinguono per la crescita dei plasmociti nelle prime fasi della formazione della malattia. Sono considerate le forme più pericolose di crescita e distribuzione nel corpo..

Con più patologie, si distingue una forma focale diffusa e diffusa.

In base alle caratteristiche immunochimiche delle paraproteine ​​prodotte, si distinguono:

  • malattia a catena leggera - mieloma di Bens-Jones;
  • con un alto contenuto di un certo tipo di proteina (gradiente A, G e M) - mieloma A, G e M;
  • forma non segreta;
  • vista diclon;
  • mieloma M.

La malattia procede in 3 fasi:

  • allo stadio 1, di solito non ci sono segni;
  • Lo stadio 2 è caratterizzato dalla comparsa di sintomi gravi;
  • in 3 fasi si osserva la distribuzione di cellule atipiche in altri organi.

Segni della malattia

Nella fase iniziale, la malattia si sviluppa in segreto - una clinica pronunciata è assente. Nel cancro, le cellule si diffondono gradualmente in tutto il corpo, interessando le cavità interne delle ossa piatte - l'area delle scapole, delle vertebre e del cranio, nonché le ossa tubolari.

Nella pratica medica, ci sono esempi di diagnosi di mielosarcoma - un processo oncologico formato dai corpi del flusso di sangue bianco. Con un ulteriore sviluppo, escrescenze di forma ovale con una consistenza elastica morbida appaiono sulla superficie delle ossa, il che porta alla distruzione della struttura ossea.

I seguenti sintomi del mieloma sono principalmente presenti:

  • disturbi digestivi;
  • la temperatura corporea è in costante cambiamento: può salire a letture termiche e diminuire immediatamente;
  • debolezza muscolare in caso di affaticamento rapido;
  • gli indicatori dei principali elementi del sangue caratterizzano i segni di anemia;
  • si osservano frequenti malattie di natura infettiva;
  • sindromi dolorose nell'area dei tessuti molli con una sensazione di disagio;
  • frequenza cardiaca frequente - 100-120 battiti al minuto;
  • nell'ipocondrio c'è un sentimento di pesantezza;
  • forte dolore alla testa;
  • l'ipercalcemia della vertebra porta a cambiamenti interni nella struttura;
  • la mielomalacia si sviluppa quando un tumore differenziato comprime i tessuti adiacenti;
  • la nefropatia si sviluppa con danno renale.

Quando compaiono i primi sintomi della malattia, è necessario consultare un medico e sottoporsi a un esame del corpo per determinare il tipo di patologia. Il trattamento nella fase iniziale della formazione garantisce un effetto positivo e un rapido recupero.

Cause della comparsa di patologia

Le cause del tumore non sono note ai medici. Si ritiene che la malattia sia ereditata. I seguenti fattori possono provocare la produzione di agenti patogeni atipici:

  • vecchiaia del paziente;
  • predisposizione ereditaria;
  • esposizione a sostanze radioattive;
  • interazione con composti chimici e agenti cancerogeni;
  • malattie infettive;
  • condizione stressante;
  • disturbi genetici;
  • malattie del sangue - epatite, anemia.

Qualsiasi fattore nei cambiamenti interni del corpo o l'influenza dei segni esterni può causare cambiamenti strutturali nel midollo osseo..

Diagnosi della malattia

Per fare una diagnosi accurata, si raccomanda al paziente la diagnostica di laboratorio e strumentale del corpo. Una malattia fumante nel midollo spinale può essere asintomatica per lungo tempo. Se rilevi il mieloma nelle prime fasi, puoi recuperare più velocemente e completamente.

Un medico utilizza un laboratorio e metodi radiologici per esaminare un paziente:

  • viene effettuato un esame generale, vengono raccolti una storia medica e una storia medica completa;
  • un esame del sangue generale per il mieloma rivela un alto livello di VES con ridotta emoglobina, trombocitosi, globuli rossi e albumina;
  • l'analisi delle urine mostra un aumento del contenuto di calcio e proteine;
  • viene prescritta una radiografia per studiare i cambiamenti strutturali nelle ossa;
  • la risonanza magnetica calcolata (CT) e la risonanza magnetica (MRI) forniscono informazioni dettagliate sulla patologia;
  • è prescritta una procedura di trepanobiopsia del midollo osseo seguita da un esame citologico.

Particolare attenzione è rivolta al livello quantitativo di immunoglobuline nel sangue. Alla TC, può essere determinato il grado di danno ad altri organi. Le malattie sintomatiche spesso sembrano tumori del sangue, quindi i medici esaminano più attentamente il corpo del paziente ad eccezione di possibili patologie.

Trattamento delle malattie

Un ematologo tratta la malattia in ambiente ospedaliero, mantenendo il controllo delle condizioni del paziente. Il mieloma e la malattia di Waldenstrom sono considerati correlati, ma con gravi differenze. Entrambe le patologie sono trattate con successo in Germania, Israele e Russia dai migliori centri ematologici. Un metodo efficace di trattamento della patologia è un trapianto di midollo osseo, eseguito utilizzando cellule staminali del donatore.

Nella fase iniziale, i medici preferiscono semplicemente osservare il tumore senza utilizzare procedure terapeutiche. Il paziente dona regolarmente sangue e urina per esaminare la composizione per i cambiamenti patologici.

Quando compaiono gravi sintomi della malattia, la chemioterapia viene utilizzata usando farmaci del gruppo dei citostatici. La procedura può essere standard o ad alto dosaggio. Vengono spesso usati i seguenti farmaci: Melferano, Ciclofosfamide, Karfilzomib, Sarkolizin, Bortezomib e Lenalidomide. Per i pazienti di età pari o superiore a 65 anni viene utilizzato un medicinale: alkeran, prednisolone, ciclofosfamide o vincristina. Il mieloma osseo viene efficacemente trattato con bifosfonati: Aredia, Bondronat e Bonephos.

Si raccomanda l'irradiazione con raggi gamma in presenza di sindromi dolorose o diagnosi di patologia ossea con presenza di gravi focolai di distruzione, nel corso del trattamento del mieloma solitario e durante l'ultimo stadio, come metodo palliativo. Desametasone prescritto inoltre.

L'immunoterapia consiste nel prendere l'interferone alfa2 in dosi elevate per diversi anni - questo aiuta a prevenire conseguenze indesiderate e recidive. Nella diagnosi di insufficienza renale, vengono utilizzati diuretici, nutrizione speciale e plasmaferesi (trasfusione di sangue). Procedura di emodialisi: il linfoma purificato è arricchito con gli oligoelementi necessari. Gli antibiotici sono richiesti in presenza di processi infiammatori..

L'intervento chirurgico viene utilizzato durante le lesioni della colonna vertebrale, delle terminazioni nervose e dei vasi sanguigni. Può anche essere usato per riparare le ossa scheletriche nelle fratture..

Si raccomanda di seguire tutte le raccomandazioni cliniche del medico curante - questo eviterà gravi complicazioni e fermerà il processo del cancro.

Dieta

Per un effetto positivo nel processo di procedure terapeutiche, al paziente viene prescritta una dieta speciale. Una dieta equilibrata rimuove il carico inutile dal tratto digestivo e compensa lo squilibrio vitaminico.

Si raccomanda al paziente di escludere dalla dieta:

  • prodotti a base di farina dolce;
  • pasticcini di farina bianca;
  • cibi grassi e fritti in olio vegetale;
  • dolci a base di cioccolato;
  • zuppe su brodo di carni grasse;
  • prodotti in salamoia e affumicati;
  • piatti a base di legumi, orzo perlato e miglio;
  • latte con prodotti lattiero-caseari;
  • bevande gassate dolci con succhi di kvas e tetrapack.

Si consiglia di mangiare spesso e in piccole porzioni. Sullo sfondo della norma dei leucociti, puoi mangiare uova di gallina bollite, pesce, manzo e un coniglio con pollo bollito. Stufare il fegato con un po 'di panna acida, cereali sull'acqua, verdure bollite o al vapore e pane di ieri.

Il conteggio ridotto dei leucociti consente l'uso di porridge di riso senza latte, zuppa di riso su un brodo di carni magre, cibi ricchi di calcio e vitamine B e C.

Durante i corsi di chemioterapia, è necessario mantenere un tasso di assunzione di liquidi di 3 litri: composte di bacche, gelatina, un decotto di bacche di rosa selvatica, tè verde.

Una dieta corretta ed equilibrata consente di aumentare l'aspettativa di vita del paziente.

Prognosi terapeutica

Nessun medico può dire con certezza per quanto tempo vivrà un particolare paziente. La percentuale di sopravvivenza è influenzata da una serie di fattori: lo stadio e il tipo di patologia, le condizioni fisiche del paziente sullo sfondo dell'umore psicologico.

La prognosi della vita è in media da 3 a 5 anni. In ogni caso, il periodo è individuale. Il benessere del paziente e il processo di trattamento svolgono un ruolo importante: le procedure corrette e tempestive aumentano la durata della vita.

I medici consigliano di contattare la clinica in caso di comparsa di sintomi sospetti: ciò garantisce la diagnosi precoce della malattia e il pieno recupero con la prevenzione delle conseguenze negative.

Mieloma: che cos'è, perché si presenta, cosa provoca la malattia, i sintomi e il trattamento

Il mieloma (altri nomi: mieloma multiplo, plasmacitoma generalizzato o malattia di Rustitsky-Kaler) è un tipo di tumore che attacca le plasmacellule.

Le plasmacellule sono un tipo di globuli bianchi presenti nel midollo osseo che sono tessuti molli all'interno della maggior parte delle ossa e producono cellule del sangue.

Nel midollo osseo, le plasmacellule formano anticorpi, che sono proteine ​​che aiutano l'organismo a combattere malattie e infezioni..

Il plasmocitoma si verifica quando si sviluppa una cellula plasmatica anormale e si riproduce molto rapidamente nel midollo osseo. La proliferazione di cellule di mieloma maligno alla fine supera la produzione di cellule sane nel midollo osseo..

Di conseguenza, le cellule tumorali iniziano ad accumularsi nel midollo osseo, sostituendo i globuli bianchi sani e i globuli rossi..

Come le cellule del sangue sane, le cellule tumorali cercano di creare anticorpi. Tuttavia, possono produrre solo anticorpi anomali chiamati proteine ​​monoclonali o proteine ​​M..

Quando questi anticorpi dannosi si accumulano nel corpo, possono causare danni ai reni e altri gravi problemi..

Cause di mieloma

Il motivo esatto per cui si verifica la malattia non è noto. Tuttavia, la malattia inizia con una cellula plasmatica anormale che si moltiplica rapidamente nel midollo osseo..

Le risultanti cellule tumorali del mieloma non hanno un normale ciclo di vita. Invece di moltiplicarsi e morire, continuano a dividersi all'infinito. Distrugge il corpo e compromette la produzione di cellule sane. Fondamentalmente, i pazienti hanno una predisposizione genetica alla malattia.

Fattori scatenanti della malattia

Ma cosa scatena lo sviluppo del mieloma multiplo:

  • predisposizione genetica;
  • radiazioni chimiche e chimiche;
  • stimolazione antigenica continua;
  • obesità, poiché il metabolismo è compromesso;
  • sesso maschile, lo sviluppo della malattia si verifica con una diminuzione del numero di ormoni sessuali maschili;
  • infezioni batteriche e virali;
  • interventi chirurgici.

Sintomi del mieloma multiplo

Il mieloma ha un lungo corso. 10-20 anni passano dai primi sintomi della malattia a vivaci segni clinici.

  • La sindrome del midollo osseo si manifesta con la lisi ossea. Principalmente colpito dalla colonna vertebrale, ossa piatte, ossa tubulari prossimali. Le sezioni distali sono estremamente rare. I pazienti lamentano dolore osseo, fratture frequenti. Con percussioni, dolore agli arti.
  • La triade di Kalera (osteoporosi con fratture spontanee, dolore, tumori) è patognomonica per questi pazienti.
  • Disturbo nel funzionamento del sistema nervoso centrale fino allo sviluppo della paraplegia (completa immobilità degli arti), debolezza, affaticamento è caratteristico. A causa della deposizione di amiloide nelle ossa del cranio, sono possibili disturbi nel funzionamento dei nervi cranici. Caratteristica è la sconfitta dei nervi periferici delle estremità e una violazione della sensibilità del tipo di guanti e calzino. Mancanza di sensibilità alle estremità distali.
  • L'insufficienza renale può essere causata da alti livelli di proteina M nel corpo.
  • Sindrome da immunoglobulinopatia. La proteina amiloide inizia a essere sintetizzata. Durante la minzione, viene attivamente riassorbito dai reni, danneggiandoli. La proteinuria (proteina Bens-Jones) sta aumentando nelle urine. La funzione di concentrazione e filtrazione dei reni diminuisce gradualmente, appare l'edema, un sintomo positivo di colpire (dolore lombare quando si colpisce con un pugno in quest'area).
  • Sindrome da immunodeficienza Le proteine ​​normali iniziano a essere sostituite da una patologica. La sintesi di anticorpi e componenti di immunità è compromessa. Di conseguenza, un difetto nell'immunità umorale sta gradualmente aumentando. I pazienti non sono protetti da infezioni batteriche e virali. La comparsa di infezioni opportunistiche è caratteristica. Qualsiasi contatto con un agente infettivo porta allo sviluppo della malattia.
  • Sindrome da aumento della viscosità: aumento del sanguinamento, sindrome di Raynaud (disturbo della microcircolazione nei segmenti distali delle estremità), emorragia retinica, diminuzione dell'afflusso di sangue nel cervello, possibilmente sviluppo di DIC.
  • Ipercalcemia. Come risultato della maggiore attività degli osteoclasti (cellule che distruggono le ossa), una grande quantità di calcio viene rilasciata nel sangue. I sintomi sono ipercalcio: nausea, vomito, crampi. Una violazione della conduzione cardiaca è caratteristica: l'intervallo di QRS e T aumenta, una diminuzione della conducibilità AV, fino al blocco AV. La formazione di calcoli renali. Ciò è dovuto alla deposizione di calcio; la filtrazione e il riassorbimento sono ridotti. Il rene è rugoso.
  • Danno agli organi interni: splenomegalia, epatomegalia, ulcera gastrica. L'amiloide si deposita in vari organi e tessuti, il che porta a un'interruzione del loro lavoro. Caratteri del dolore nel cuore, espansione dei confini dell'ottusità cardiaca, sordità dei toni. Il dolore muscolare può essere permanente.
  • Sindrome anemica Le cellule tumorali alla fine spostano il normale germoglio dell'ematopoiesi. La quantità di emoglobina, i globuli rossi è ridotta. La pelle è coperta di macchie di sangue e diventa pallida (vedi 2 foto sopra), c'è una costante sensazione di debolezza. I capelli e le unghie diventano fragili.

Tipi di mieloma multiplo

Esistono due tipi principali di mieloma multiplo, classificati in base al loro effetto sul corpo..

Il mieloma pigro non causa alcun sintomo evidente. Di solito si sviluppa lentamente e non provoca tumori ossei. Si osserva solo un leggero aumento delle proteine ​​M e delle cellule del plasma M..

Un singolo plasmocita provoca la formazione di un tumore, solitamente nelle ossa. Di solito risponde bene al trattamento, ma necessita di un attento monitoraggio..

Fasi della malattia

  1. Io palco. La quantità di emoglobina è superiore a cento, il livello di calcio nel sangue rientra nell'intervallo normale, l'assenza di distruzione ossea. L'immunoglobulina J è inferiore a 50 g / l, l'immunoglobulina A è inferiore a 30 g / l. Proteina di Bens-Jones nelle urine inferiore a 4 grammi al giorno.
  2. II stadio. La quantità di emoglobina va da 85 g / le 120 g / l. Distruzione ossea moderata. Immunoglobulina J 50 - 70 g / l, immunoglobulina A 30 - 50 g / l. Bens-Jones Protein 4 - 12 grammi al giorno.
  3. III stadio. La quantità di emoglobina è inferiore a 85 g / l. Il livello di calcio nel sangue supera i livelli normali. Notevole distruzione ossea. L'immunoglobulina G è superiore a 70 g / l, l'immunoglobulina A è maggiore di 50 g / l. Proteina Bens-Jones nelle urine più di 12 grammi al giorno.

Secondo il grado di progressione:

  • fumante - la malattia non progredisce per molti mesi e anni;
  • avanzando lentamente;
  • avanzamento veloce;
  • aggressivo.

Diagnostica

I medici rilevano spesso il mieloma multiplo prima che compaiano i sintomi. Se si sospetta la malattia, i medici prenderanno quanto segue:

  • raccolta di un'anamnesi della malattia (il medico scopre ciò che il paziente ritiene associato alla malattia quando sono comparsi i reclami);
  • esame generale (dopo esame, possono essere rilevate emorragie sulla pelle, pallore, con percussione del dolore osseo);
  • analisi del sangue generale (l'anemia normocitica è tipica di tutte le forme, in oltre la metà dei casi si verifica un aumento della VES, potrebbero non esserci cambiamenti nel sangue bianco, ma si osserva spesso neutrofilia con spostamento a sinistra);
  • puntura del midollo osseo (i megacariociti vengono rilasciati nel midollo osseo);
  • analisi delle urine generale (l'analisi delle urine del mattino viene utilizzata per l'analisi. Deve essere consegnata al laboratorio entro poche ore. Nelle urine - un livello aumentato di densità relativa dovuto alla presenza di molecole proteiche, proteinuria. Il segno patognomico del mieloma multiplo è la proteina Bens-Jones);
  • chimica del sangue (proteine ​​totali, ALT, AST, bilirubina, creatinina, acido urico);
  • radiografia di tutte le ossa dello scheletro tranne le sezioni distali (le foto sono prese dal centro della spalla alla mano e dal centro della coscia al piede);
  • la tomografia computerizzata consente di rilevare focolai di distruzione del tessuto osseo, compressione del midollo spinale;
  • la puntura sternale è il principale metodo diagnostico (viene praticata una puntura con un ago speciale nello sterno o nell'ileo. Le cellule vengono rimosse e viene prodotto uno striscio. Un tumore del midollo osseo, un gran numero di plasmacellule, cellule ematiche immature si trovano nello striscio);
  • analisi delle urine secondo Zimnitsky (consente di valutare la capacità di concentrazione dei reni. Per eseguire questa analisi durante il giorno, una persona raccoglie l'urina ogni tre ore, si ottengono un totale di otto porzioni. Si stima la quantità totale di diuresi di urina, densità, notte e giorno).

Trattamento del mieloma multiplo

I metodi di trattamento includono:

  • irradiazione locale di un tumore del midollo osseo;
  • chemioterapia ospedaliera;
  • chemioterapia ad alte dosi con trapianto di midollo osseo.

La strategia di gestione iniziale per il paziente è determinata dalla sua età, dalla presenza o dall'assenza di gravi malattie concomitanti.

Con un paziente di età inferiore ai 65 anni e assenza di patologia grave, viene utilizzata la chemioterapia ad alte dosi con trapianto di midollo osseo. L'irradiazione locale del mieloma viene principalmente utilizzata come metodo di trattamento palliativo, soprattutto con forte dolore allo scheletro.

Trattamento farmacologico

La chemioterapia è il trattamento più popolare per il mieloma multiplo. Solo un medico - chemioterapista può prescrivere farmaci.

Durante la terapia, è necessario monitorare costantemente le condizioni del paziente e l'immagine del sangue.

Si distinguono i seguenti approcci alla chemioterapia:

  • monochemioterapia - trattamento con un farmaco;
  • polichemioterapia - l'uso di più di due farmaci.

Farmaci usati per trattare:

Alkeran (Melphalan) - un agente citostatico antitumorale

  • fenomeni dispeptici: nausea, vomito;
  • prurito della pelle;
  • reazioni allergiche;
  • pneumofibrosis;
  • ridotta funzione ovarica.

Il prednisone è un ormone. Ha un effetto immunosoppressivo. Riduce la sintesi proteica nel plasma sanguigno, migliora il catabolismo proteico nei muscoli. È prescritto per la prevenzione degli effetti collaterali della chemioterapia.

Ciclofosfamide - un agente antitumorale.

La vincristina è un agente antitumorale di origine vegetale. Blocca le sostanze necessarie per la sintesi dei plasmociti. La vincristina viene somministrata continuamente per via endovenosa durante il giorno..

  • spasmi
  • nausea;
  • orticaria;
  • disuria, ritenzione urinaria.

L'adriablastina è un antibiotico che ha attività antitumorale. Riduce la crescita e l'attività delle cellule neoplastiche. Sotto l'influenza di adriablastina, si formano radicali liberi che agiscono sulla membrana cellulare.

  • flebite;
  • dermatite;
  • violazione della conduzione del cuore;
  • reazioni allergiche
  • dolore al cuore.

Dopo un ciclo di chemioterapia, ai pazienti viene prescritto l'interferone per mantenere l'immunità. In caso di anemia, è necessaria una trasfusione di globuli rossi..

Bortezomib (Bortezomibum) - è un nuovo farmaco nel trattamento della malattia. Il suo meccanismo d'azione è la stimolazione dell'apoptosi. Somministrato per via endovenosa in ospedale.

Schemi di combinazione di farmaci:

  • Schema VAD. Comprende tre farmaci: vincristina, desametasone, doxorubicina;
  • Schema VBMCP. Include 5 farmaci: prednisone, melfalan, ciclofosfamide, vincristina, carmustina.

Segni di efficacia del trattamento:

  • guarigione della frattura;
  • un aumento dei globuli rossi e dell'emoglobina nel sangue;
  • riduzione delle dimensioni del tumore;
  • diminuzione del numero di plasmacellule nel sangue.

La radioterapia locale è indicata per i pazienti ad alto rischio di frattura. Soprattutto nelle parti portanti dello scheletro: colonna vertebrale, ossa pelviche.

Sfortunatamente, anche dopo una terapia efficace e il raggiungimento della remissione completa, il rischio di recidiva è elevato. Ciò è dovuto al fatto che la composizione del tumore include una varietà di cellule, che dopo la fine della chemioterapia iniziano a dividersi di nuovo.

Trattamento delle complicanze del mieloma multiplo.

La terapia analgesica viene eseguita in più fasi. Per eliminare il dolore lieve, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei:

Con forte dolore e inefficienza, ai FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) vengono prescritti analgesici oppioidi:

Con un uso prolungato, possono causare tossicodipendenza, quindi usali con cautela. Con dolore insopportabile, vengono prescritti oppioidi di forte azione:

Un magnetoturbotron è l'effetto di un campo magnetico a bassa frequenza. Riduce gli effetti collaterali della chemioterapia, riduce il dolore, interrompe la divisione dei plasmociti. Il corso si svolge 2 volte l'anno.

Electrosleep - esposizione alle strutture cerebrali da correnti a bassa frequenza. Le correnti riducono il dolore, hanno un effetto calmante.

La terapia antibatterica e antivirale viene utilizzata per trattare le complicanze infettive. Poiché l'immunità di tutti i pazienti è ridotta, lo sviluppo dell'infezione è frequente. Per il trattamento, vengono utilizzate principalmente cefalosporine di III e IV generazione, penicilline protette (ampicillina).

L'uso di antibiotici con nefrotossicità (gentamicina) deve essere evitato..

Il trattamento della frattura non dovrebbe essere diverso dalla terapia nelle persone sane. Applicare un trattamento chirurgico e medicazioni immobilizzanti. Nel periodo postoperatorio, viene mostrato il riposo a letto, indossando strutture ortopediche.

La terapia per l'osteoporosi viene eseguita dai bifosfonati (zoledronato). Inibiscono l'attività degli osteoclasti.

Nel mieloma, le paraproteine ​​(proteine ​​patogene della classe delle immunoglobuline) si depositano nei reni, ciò porta a una violazione della loro funzione. Per evitare ciò, è importante arrestare la progressione della crescita del plasmacitoma..

Farmaci speciali sono usati per mantenere la funzione renale..

  • Chophytol aiuta a purificare il sangue, rimuove l'urea.
  • Retabolil è un farmaco anabolico che promuove la crescita muscolare. Sotto la sua influenza, l'azoto procede alla sintesi proteica.
  • Il citrato di sodio è usato in violazione del metabolismo acido-base, riduce la quantità di calcio nel sangue
  • La prazosina dilata i vasi periferici, abbassa la pressione sanguigna. Migliora il flusso sanguigno renale.
  • Captopril è un ACE-inibitore. Espande i vasi periferici, riduce la resistenza in essi, favorisce l'escrezione di calcio. Migliora la filtrazione renale
  • Con una grave violazione della funzione di filtrazione dei reni - plasmaferesi.

Con ipercalcemia, vengono utilizzati glucocorticosteroidi e chemioterapia.

Chirurgia

Nel mieloma multiplo, il trapianto di midollo osseo viene utilizzato come metodo chirurgico di trattamento. Può essere un autotrapianto (trapianto del proprio midollo osseo) o un allotrapianto (trapianto di un midollo osseo di un donatore).

L'autotrapianto (o trapianto autologo) consente di aumentare la dose di citostatici (un gruppo di farmaci antitumorali), migliorare l'esito del trattamento, aumentare la durata della remissione.

L'allotrapianto ha buoni risultati, ma viene utilizzato solo in pazienti giovani. Dal momento che ha una grande percentuale di morti.

Mieloma Nutrition

Per qualsiasi tumore, è importante seguire una dieta. I cibi affumicati, fritti, farinacei e in scatola dovrebbero essere esclusi dal menu.

Il cibo dovrebbe essere variato, contenere quante più verdure e frutta possibile. Limitare l'assunzione di proteine ​​per ridurre la paraproteinemia delle proteine ​​renali e gli effetti tossici della disgregazione proteica.

La modalità di consumo è di tre litri. Con l'urina, dovrebbero essere escreti circa due litri e mezzo al giorno. Se c'è edema, allora devi limitare l'assunzione di sale.

Come non ammalarsi di malattia di Rustitsky-Kalera

Puoi prevenire la malattia di Rustitsky-Calera seguendo i seguenti suggerimenti:

  • evitare il contatto con pazienti infetti;
  • condurre uno stile di vita sano, rinunciare a cattive abitudini (alcol, fumo);
  • includere più frutta e verdura fresca nella dieta;
  • mantenendo l'immunità: indurimento, sport, cerca di non essere troppo freddo;
  • studiare attentamente la composizione del cibo.

previsione

La prognosi dipende dalla sensibilità alla chemioterapia e dallo stadio della malattia. I migliori risultati nelle persone con malattia in stadio I e II e in quelli con meno di 60 anni.

Prima del trattamento, vengono valutati i fattori di rischio e la prognosi si basa su questo. Il mieloma del sangue è incurabile, ma con le giuste tattiche è possibile ottenere una remissione a lungo termine e un elevato standard di vita.

Criteri per la prognosi sfavorevole:

  • un gran numero di plasmociti;
  • rapida crescita del tumore, che è determinata clinicamente e radiologicamente, sulle radiografie - un aumento dell'area dei difetti;
  • un aumento del numero di paraproteine ​​(una proteina anormale della classe delle immunoglobuline);
  • la presenza di metastasi;

E 'Importante Essere Consapevoli Di Vasculite